L’eclissi lunare tra cialtronerie e falsa scienza

fumetto di Salvino Caputo

Sono furioso e fuori dai gangheri per lo spettacolo mediocre, volgare e planetario, legato alla grande eclissi lunare di venerdì 27 luglio 2018. Non voglio parlare delle fake news mondiali legate ad un grande evento dei Corpi Celesti e di rilievo astronomico fondamentale nella storia del nostro globo terrestre.

Il Parma in A, il Palermo in B. Schizofrenia di una sentenza (poco) sportiva e molto ingiusta

fumetto di Gaetano Perricone

Non volevo scrivere di questa brutta storia della sentenza del tribunale sportivo sul caso Calaiò-Parma- Palermo, il cui esito considero una vera e propria offesa all’intelligenza e una immonda presa per il culo. Penso che intorno a noi ci siano drammi ben più seri e gravi di quelli pallonari; detesto il vittimismo, non ho la sindrome del complotto, non mi piace e mai mi è piaciuta, fin da quando ero giovane cronista sportivo, la demagogia a buon mercato. E soprattutto, da anzianotto, cerco di guardare a queste “cosacce” con sempre maggiore distacco e ironia.

Educare i figli è una missione impossibile? Occorrono passione e cultura

fumetto di Salvino Caputo

Non avrei mai voluto affrontare questo delicato argomento di respiro mondiale. La mia maledetta natura di padre ed ex educatore nelle scuole pubbliche italiane mi ha spinto alla trasgressione in materia di educazione dei figli e mi ha costretto ad un’analisi storica e minuziosa del tema in questione, proiettandomi nella severità di un’analisi antropologica crudele nel finale del mio reportage.

La raccolta differenziata e il modello londinese

fumetto di Salvino Caputo

Ho voluto sfidare il mio senso critico di polemista e scrittore, misurandomi su un tema esplosivo in Italia e in Europa, ovvero “la raccolta differenziata”. Cercherò di moderare i toni introspettivi della mia riflessione senza scatenare polemiche o piccoli punti di vista individuali nell’infinita variazione totale della nuova scienza denominata “Raccolta Differenziata”.

La profezia dell’angelo imprigionato

fumetto di Salvino Caputo

La profezia dell’angelo imprigionato e dietro le sbarre di una prigione, è la metafora sublime del nostro terzo millennio. L’angelo imprigionato è un dipinto capolavoro di un grande pittore di tutti i tempi. I raffinati cultori dell’arte individueranno subito il genio creatore del meraviglioso dipinto. Mi taccio ed entro subito nel merito della profezia e della provocazione del suo creatore.

La cultura della differenza in politica

fumetto di Salvino Caputo

Dopo il voto del 4 marzo scorso ed il Tour delle elezioni amministrative nella nostra Repubblica, i risultati elettorali sono sotto gli occhi di tutti i cittadini italiani, pazienti cultori della politica mondiale. C’è un nuovo governo a guida 5 Stelle e Lega, trainato da un Matteo Salvini ministro dell’Interno e da un Di Maio ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Cinque ore di diretta Rai per Pino Daniele: è stato solo business

fumetto di Salvino Caputo

Cinque ore di diretta televisiva RAI 1 dallo Stadio San Paolo di Napoli per “Pino E’” ricordando il più grande poeta del novecento italiano, il quinto chitarrista più quotato nel mondo, la voce bianca più suggestiva e blues del pianeta terra. Non era mai successo che la nostra mamma RAI dedicasse cinque ore di diretta televisiva nel ricordo di un artista di fama mondiale.

L’istituzione del biglietto unico per il trasporto locale, un atto di civiltà

fumetto di Michele D'Amico

PALERMO, 29 aprile – L’Assemblea Regionale Siciliana, nel corso dell’approvazione delle “Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2018 - Legge di stabilità regionale”-, ha bocciato l’articolo che prevedeva l’istituzione del biglietto unico tra i servizi di trasporto locale delle città di Palermo, Catania e Messina e i servizi ferroviari regionali.

I partigiani di Monreale: Biagio Giordano e i suoi ‘fratelli’

fumetto di Francesco Noto

Anche Monreale si avvia a celebrare l’anniversario della Liberazione d’Italia dal nazifascismo. Liberazione che avvenne grazie alla lotta che tante donne e tanti uomini, giovani e meno giovani, condussero a rischio della propria vita. A questi combattenti e ai tanti Martiri della Resistenza dobbiamo dire grazie: grazie per averci liberati dallo straniero oppressore, grazie per averci affrancati dal giogo della dittatura fascista, grazie per avere permesso la nascita dell’Italia Repubblicana.