Partinico, sequestrata piantagione di marijuana

L’operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza

PARTINICO, 24 settembre – I finanzieri della Compagnia di Partinico hanno proceduto al sequestro di una piantagione di marijuana. Una coltivazione che risultava nascosta tra la fitta vegetazione del torrente che costeggia il santuario della Madonna del Ponte nell’agro partinicese estendendosi per oltre 100 metri quadrati.

Si scambiavano materiale pedopornografico online: 13 arresti e 21 denunce in tutta Italia

L’indagine, che ha preso avvio dalla Procura di Palermo, è stata di respiro nazionale

PALERMO, 22 settembre – Si sono resi necessari quasi due anni e il lavoro sinergico di tredici procure italiane, prima fra tutte quella di Palermo, per smantellare una grande rete di scambio di materiale pedopornografico che ha interessato ogni angolo del Paese. 

Villabate, soldi a usura col metodo mafioso: 10 arresti e altri 11 indagati

Sequestrato pure un bar-tavola calda per un valore di 500 mila euro

VILLABATE, 20 settembre – All’alba di questa mattina, nell’ambito di un’operazione congiunta, i militari della Compagnia Carabinieri di Bagheria e del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza hanno tratto in arresto 10 persone, in esecuzione di un provvedimento applicativo di misura cautelare emesso su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo - Sezione territoriale di Palermo, di cui 9 in carcere e 1 agli arresti domiciliari. Altre 11 persone sono indagate a piede libero.

Mafia, 8 fermi a Bagheria: sventato un omicidio

Smantellato il clan della cittadina alle porte di Palermo

BAGHERIA, 13 settembre – I carabinieri di Palermo hanno sventato un omicidio di mafia smantellando il clan di Bagheria, da sempre roccaforte di Cosa Nostra. Un uomo, nonostante gli "avvertimenti", aveva continuato a sfidare i vertici mafiosi.

Emolumenti non pagati ad ex dipendenti rifiuti, il tribunale condanna la ditta Mirto

La sentenza riguarda quattro operatori, ma altri pronunciamenti potrebbero aggiungersi

MONREALE, 11 settembre – Avevano fatto causa per ottenere il pagamento non corrisposto di emolumenti vari, tra cui ferie, permessi, maggiorazione per lavoro festivo, indennità per lavaggio indumenti e buoni pasto. Adesso quattro ex dipendenti del servizio rifiuti ottengono una prima, ma significativa vittoria.

Prizzi, 51 enne trovato morto: fermata la compagna

La donna, 36 anni, è accusata di omicidio. Si attende la richiesta di convalida del fermo da parte della Procura di Termini Imerese

PRIZZI, 6 agosto – Ieri sera i carabinieri hanno rinvenuto, in un’abitazione di Prizzi, il cadavere di Vincenzo Giuseppe Canzoneri, 51 anni. L’ispezione nella casa in cui l’uomo viveva insieme alla compagna 36enne, Romina Soragni, è stata compiuta in seguito a una segnalazione: una persona avrebbe infatti avvistato la donna con indosso indumenti sporchi di sangue e avrebbe avvisato le forze dell’ordine.

I carabinieri disarticolano un’organizzazione dedita ai furti di auto e moto in provincia

I componenti della banda erano tutti di Brancaccio. Praticavano pure il “cavallo di ritorno”. Furti pure a Monreale.I NOMI e le FOTO degli arrestati

MISILMERI, 3 agosto – I carabinieri della Compagnia di Misilmeri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Termini Imerese nei confronti di 10 soggetti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere allo scopo di commettere più delitti di furti, rapine, ricettazione, riciclaggio ed estorsione con il metodo del cavallo di ritorno.

Cimitero San Martino delle Scale, Comune e Asp citati in giudizio

Comune di Monreale e Asp di Palermo indicati come responsabili civili per omessa vigilanza

PALERMO, 16 luglio –Il giudice per la udienza preliminare del Tribunale di Palermo, in accoglimento delle richieste formulate da alcune parti civili costituite, ha autorizzato la citazione in giudizio quali responsabili civili per mancata vigilanza il Comune di Monreale e la Azienda Sanitaria n. 6 di Palermo.

Partinico, truffe nel settore dei rifiuti: cinque indagati

Con l’operazione “Cogenesi” sequestrati beni per oltre 2,5 milioni di euro

PARTINICO, 16 luglio – Nella mattinata di oggi nei comuni di Partinico, San Giuseppe Jato e San Cipirello, i Carabinieri e i Finanzieri delle Compagnie di Partinico hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misure cautelari, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Palermo, su richiesta di quella Procura della Repubblica.

Mafia, colpo alla famiglia di Torretta: 10 arresti

Dal quadro investigativo è emerso un nutrito legame con la criminalità organizzata statunitense. I NOMI e LE FOTO degli arrestati

PALERMO, 14 luglio – Questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, per ordine della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare per 11 soggetti appartenenti alla famiglia mafiosa di Torretta.

Santa Cristina Gela, donna ferita a coltellate, fermato il marito

La donna non è in pericolo di vita, lui si trova al carcere di Pagliarelli

SANTA CRISTINA GELA, 8 luglio – Ieri sera è stato eseguito dalla Squadra Mobile di Palermo un fermo disposto dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese nei confronti di B.S., residente a Santa Cristina Gela, di 56 anni, indagato per aver tentato di uccidere la moglie all’interno della casa coniugale nel centro arbereshe.

Voto di scambio, prosciolto Mario Caputo

Per il tribunale di Termini il fatto non sussiste. La procura gli contestava il “detto Salvino”

TERMINI IMERESE, 17 giugno – E’ arrivato oggi, dopo circa due anni, il primo importante pronunciamento del tribunale di Termini Imerese relativo alla vicenda del cosiddetto “Voto connection” che coinvolgeva 87 persone, che dovevano rispondere, a vario titolo di varie contestazioni, basate sostanzialmente su vicende di voto di scambio.

Non ci fu favoreggiamento aggravato, prosciolto Guido Ferrante

Si conclude il lungo incubo giudiziario per il poliziotto monrealese

PALERMO, 14 luglio – Non ci fu favoreggiamento aggravato nei confronti della consorteria mafiosa di corso Calatafimi. Con questo importante pronunciamento finisce dopo quasi dieci anni l’incubo giudiziario per il poliziotto monrealese Guido Ferrante (nella foto), sul cui capo gravava questa pesante accusa.

Cimitero di San Martino delle Scale, il Gip archivia la denuncia per truffa contro Giovanni Messina

La vicenda era relativa ad una compravendita di alcuni loculi

PALERMO, 13 luglio – E’ stata archiviata la denuncia presentata per il presunto reato di truffa contro Giovanni Messina. Il giudice per l'udienza preliminare presso il tribunale di Palermo ha emesso un ordinanza di archiviazione in favore dello stesso per fatti riguardanti cessione di loculi all’interno del regio cimitero della frazione di San Martino delle Scale.

Mafia e droga, gambizzati i traffici a Partinico: 81 arresti

Nella notte eseguita dai carabinieri l’operazione “Gordio”

PARTINICO, 5 luglio – Nelle prime ore di oggi, nella provincia palermitana ed in più regioni del territorio nazionale, la Direzione Distrettuale Antimafia - Sezione territoriale “Palermo”- della locale Procura della Repubblica, ha delegato il Comando Provinciale di Palermo e la Direzione Investigativa Antimafia per l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 85 indagati.

Era stato sospeso dal servizio, ora il tribunale dà ragione al dirigente dell’ufficio tecnico Maurizio Busacca

La vicenda è relativa alla chiusura della scuola materna di via Polizzi a Pioppo. Condannato il Comune

MONREALE, 17 giugno – La sua condotta, in occasione della chiusura della scuola materna di via Polizzi a Pioppo, non fu censurabile e quella pesante sanzione, alla quale fu condannato, era ingiusta. Questa la sintesi della sentenza del tribunale del lavoro che ha assolto il dirigente capo dell’ufficio tecnico del Comune di Monreale, Maurizio Busacca.