Giuseppe Romanotto - Orizzontale 2019
Antonella Lo Presti - amministrative 2019
Eccellenze monrealesi, consegnati i premi 'Il Bisanzio 2019

Eccellenze monrealesi, consegnati i premi 'Il Bisanzio 2019"

La cerimonia organizzata da Monreale News si è svolta in aula consiliare LE FOTO

MONREALE, 22 marzo – In un clima informale, come nella tradizione dell’evento, alla presenza di tanta gente, si è svolta oggi pomeriggio in aula consiliare la cerimonia di premiazione de “Il Bisanzio 2019”, la manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, che vuole dare un riconoscimento ad alcune personalità che si sono distinte, a vario titolo, nel corso dell’ultimo anno.

Omaggio e Chapeau allo scrittore Umberto Eco e al suo Pendolo di Foucault

fumetto di Salvino Caputo

Lo dipingerei come l’arcobaleno trasformista dei privilegiati del Pianeta “Ora comando Io”

Umberto Eco, si laureò in Filosofia nel 1954 presso l’Università di Torino con una tesi sull’estetica di San Tommaso d’Aquino; nel 1956 pubblicò il suo primo libro “Il Problema Estetico in San Tommaso”, un’estensione articolata della sua tesi di laurea; nel 1954 vinse un concorso in RAI come telecronista, in compagnia di Furio Colombo e Gianni Vattimo; è stato un semiologo, bibliofilo, accademico, saggista di estetica medievale e di linguistica, giornalista, tuttologo e responsabile del movimento studentesco dell’Azione Cattolica.

Dateci fiducia per completare il progetto iniziato cinque anni fa

Capizzi si (ri)presenta agli elettori: “Ci temono e usano mezzi vili, ma andiamo a testa alta”. LE FOTO

“MONREALE, 16 marzo – “Siamo qui per chiedere fiducia e continuare, insieme, quel progetto avviato cinque anni fa che comincia a dare i suoi frutti; lo faremo tutti insieme, perché l’amicizia è un valore superiore che precede la politica, capace a volte anche di disgregare”.

Il Monreale spreca, ma non tradisce: per l’Alcamo non c’è scampo

7-5 dei biancazzurri che proseguono la corsa al terzo posto in classifica. LE FOTO

MONREALE, 16 marzo – Giriamola così: l’avere sprecato una infinità di occasioni da gol è servito a rendere la partita più viva ed a regalarle suspance. Altrimenti il match si sarebbe concluso ben prima del triplice fischio.

Volendosi arrabbiare un po’, invece, possiamo dire che la caterva di gol mangiati avrebbe potuto riaprire un incontro che sembrava già morto e sepolto. Ma tant’è. L’importante era mettersi in tasca tre punti e proseguire la corsa al terzo posto della classifica, in attesa, chissà, di tempi migliori. Contro l’Alcamo è finita 7-5 una partita che il Monreale ha ben giocato contro un avversario tosto e coriaceo, che ha venduto cara la pelle e che ha fatto di tutto per rendere difficile la vita ai padroni di casa.  Match gradevole ed anche applaudito dal pubblico, che, ancora una volta, non ha fatto mancare il proprio sostegno ad una squadra che sta facendo come si deve il proprio compito, conducendo un campionato di vertice, che porterà ai sempre più probabili playoff.


Volendo tirare, solo per un attimo le orecchie alla squadra, va sottolineato che una condotta così sprecona in altre circostanze sarebbe potuta costare cara al Monreale e che se stavolta ciò non è accaduto, non è detto che in altri casi non si possa verificare. Ma oggi, però, va sottolineata la bella prestazione della squadra, che ha espresso un bel gioco e che ha messo a segno gol di pregevole fattura, come difficilmente si vede su questi campi.
Il Monreale è passato in vantaggio all’8’ con Catalano che ha difeso un pallone alla “Ibra” ed ha fatto secco il portiere avversario (Cusenza) oggi davvero bravo.
L’Alcamo è pervenuto al pareggio al 18’ con Ferrara, prima del tap-in vincente di Parisi al 23’ per il momentaneo 2-1. Nel finale di tempo il Monreale perdeva palla banalmente e consentiva a Butera di impattare il risultato. Prima del fischio di metà gara l’Alcamo, addirittura, sprecava la palla del 3-2, quando Giuliano si opponeva alla grande al tiro libero battuto dallo stesso Butera. Nella ripresa il Monreale allungava il passo andavano in rete ancora Catalano, poi Pitarresi (splendido l’assist di Ibra), quindi gli under “terribili” Marchese e Sorrentino. L’Alcamo rialzava la testa con Stellino e Messana (quest’ultimo su calcio di rigore), ma il punto esclamativo lo metteva Michele Palazzotto, con un bellissimo gol al 29’. A tempo scaduto il gol di Stellino serviva solo a rendere meno amaro il passivo per gli alcamesi, ma non cambiava la storia della partita.
Sabato prossimo si va a Pantelleria, per una trasferta insidiosa contro una compagine di fronte alla quale diverse squadre quest’anno ci hanno lasciato le penne. Servirà ancora un grande Monreale, possibilmente più cinico e meno sprecone.

 

Real Società, nuovo brand per grandi risultati

Ancora affermazioni per la società di karate guidata da Mauro La Grassa

MONREALE, 16 marzo – Nuovo brand per la Real Società di Karate. Un logo dai colori blu/azzurro, ispirato ai valori della solidarietà sportiva e della correttezza, che ha ricevuto l’apprezzamento del presidente del comitato regionale Fijlkm Giovanni Mallia.

Un provvedimento che coincide con la mia decisione di candidarmi?

"La magistratura merita rispetto, ma la politica pure"

Direttore,
Le chiedo con la consueta cortesia di permettermi di esprimere il mio pensiero in un momento particolare della mia vita personale e politica. In questi giorni le cronache anche locali hanno dato il doveroso risalto alla vicenda giudiziaria che mi vede coinvolto e per fatti che risalgono al 2017 relativi alle elezioni comunali a Termini Imerese e per minima parte per le elezioni regionali dello stesso anno.

Domani Monreale-Sporting Alcamo per cancellare lo “schiaffo” dell’andata

I biancazzurri tornano al “Giotti” per cercare i tre punti contro la compagine trapanese

MONREALE, 15 marzo – Il memorandum dovrà essere la partita d’andata. Una “sciagurata” partita in cui il Monreale forse prese l’impegno un po’ sottogamba e rimediò uno schiaffo che ancora brucia. Contro lo Sporting Alcamo domani, quindi, l’errore non dovrà essere ripetuto.

Tu che hai denunciato i volontari: perché non ti riveli?

Lettera aperta al denunciante firnata da quattro associazioni

Caro “pseudo” rappresentante della legalità che dall’alto del tuo anonimato ti ergi a difensore di non so quali diritti che sarebbero stati calpestati da alcuni cittadini volontari dell’associazione SiAmo Monreale, capitanati da Alessandro Maenza e Piero Faraci e di quali misfatti si sarebbero costoro macchiati nel corso del loro operato”.

Giornata del “Fiocchetto Lilla”, tanti studenti hanno preso parte all’iniziativa del Comune

Era incentrata sui disturbi alimentari

MONREALE, 15 marzo – Tantissimi studenti delle scuole elementari, medie e superiori di Monreale stamane hanno partecipato attivamente con domande e considerazioni al convegno organizzato dall’assessorato alla Pubblica Istruzione in occasione della giornata del “Fiocchetto Lilla” per combattere i disturbi alimentari.

Vicenda fratelli Caputo, Pagano: “Mi aspettavo l’archiviazione, sono sorpreso”

“Confermata la mia assoluta estraneità ad ipotesi di voto di scambio”

TERMINI IMERESE, 15 marzo – “Sono sorpreso. Francamente ritenevo che dopo le decisioni del Tribunale della libertà di Palermo, della giunta per le autorizzazioni della Camera dei Deputati e di ben due pronunciamenti della Corte di Cassazione circa l'assenza di fumus del reato, la Procura avesse tutti gli elementi per chiedere da subito l'archiviazione sulla questione riguardante il presunto scambio di nominativo del candidato Caputo”.

Termini Imerese, 96 persone ricevono l’avviso di conclusione indagini: ci sono pure Salvino e Mario Caputo

Per loro l’accusa è quella di attentato ai diritti politici dei cittadini

TERMINI IMERESE, 14 marzo – Salvino e Mario Caputo risultano destinatari di un provvedimento di conclusione indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese a proposito della vicenda del presunto scambio di nome alle elezioni regionali del 2017. Il provvedimento che reca la firma del pubblico ministero Annadomenica Gallucci, vede coinvolte ben 96 persone.