L’ufficio scolastico regionale firma il provvedimento, dal prossimo anno anche a Monreale sarà rivoluzione

Scatta il dimensionamento: si “fondono” “Veneziano” e Novelli”

MONREALE, 26 gennaio – Adesso c’è l’ufficialità. L’ufficio scolastico regionale ha pubblicato i suoi provvedimenti relativi alla nuova ripartizione degli istituti scolastici che entreranno in vigore a partire dalla prossima stagione.

A Monreale, così come a più riprese la nostra testata ha reso noto, avverrà una mini rivoluzione, che vedrà coinvolti quasi tutti gli istituti cittadini. Confermati gli spostamenti dei quali avevamo parlato: a partire dalla fusione fra la scuola “Pietro Novelli” e la “Antonio Veneziano”, che mette al riparo quest’ultima da eventuali cali demografici e, al tempo stesso, consente alla “Novelli” di diventare istituto comprensivo.


Il “connubio”, però, che apre la partita sull’assegnazione della dirigenza, vedrà lo spostamento del plesso “Agnese Borsellino” di Aquino, che dalla scuola Veneziano passa alla “Guglielmo II”. Quest'ultima, pertanto, grazie a questo escamotage, ed all’acquisizione del plesso “ex Casa Santa” dalla Novelli, supera il problema del sottodimensionamento col quale ha fatto i conti negli ultimi due anni.
La rotazione prevede anche che il plesso di San Martino delle Scale, attualmente dipendente dalla Guglielmo, passi sotto l'egida della Margherita di Navarra, che diventa quindi la scuola delle frazioni”, dal momento che alla sede centrale di Pioppo aggiunge quella distaccata di Villaciambra e, appunto, con San Martino completa la sua vocazione periferica.
Resta stabile, infine, la scuola Morvillo, attualmente in reggenza, che però potrebbe tornare ad essere guidata da un dirigente titolare.

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH