La nomina di Serena Potenza nulla ha a che vedere col Pd di Monreale

Il partito locale prende le distanze dall’ultimo ingresso in giunta voluto da Capizzi

MONREALE, 21 dicembre – “Come puntualmente precisato a mezzo stampa dal neo assessore Potenza, a cui auguriamo buon lavoro a scanso di equivoci, la sua nomina non ha nulla a che fare con la sezione locale del PD, che ricordiamo essere all'opposizione di questa amministrazione guidata dal sindaco Capizzi da più di un anno”.

Lo afferma in una nota il segretario cittadino del Partito Democratico, Manuela Quadrante a proposito della nomina del neo assessore alla Pubblica Istruzione, Serena Potenza. “Dunque un assessore che non è espressione del PD Monreale – afferma la nota – ma frutto di un accordo diretto con il sindaco. Il quale, a questo punto, dovrebbe spiegare egli stesso, alla cittadinanza e ai consiglieri, se reputa sia il caso, qual è la sua idea politica di amministrare questa città, giacche' all'interno della sua compagine amministrativa vediamo elementi che vanno dalla Lega, con un assessore candidato alle ultime nazionali presso le fila del Carroccio, ad altri che sono del PD però chiaramente "dalla Rocca in giù", volendo usare un'espressione passata ormai agli annali.


A noi pare - prosegue la Quadrante – che questo sia l'ultimo dei tentativi di salvare una amministrazione che, come vediamo dai numeri in Consiglio comunale, non ha più la maggioranza da mesi. Tanto che con senso di responsabilità i consiglieri di opposizione tra cui quelli del Pd Monreale sono chiamati a votare delle delibere importanti per la cittadinanza, quali quelle dei giorni scorsi, sui cantieri di lavoro, sui fondi per le indagini di prevenzione rischio sismico per le scuole monrealesi, e ancora l'approvazione del regolamento per le disposizioni anticipate di trattamento, tutti atti arenatisi da settimane per mancanza di numeri in maggioranza”.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH