Pioppo, strada rifatta da poco, ma già deteriorata: Monreale Bene Comune solleva il caso

L'avvocato Francesco Macchiarella

Macchiarella: “Bisogna pretendere una verifica sull’esecuzione dei lavori a regola d’arte”

MONREALE, 12 febbraio – Convocare un tavolo tecnico alla presenza dei rappresentanti dei cittadini di Pioppo per fare luce sui recenti lavori di rifacimento dell’asfalto lungo la strada provinciale di Pioppo, che già, benchè sia trascorso davvero poco tempo, presentano già segni di deterioramento.

A chiederlo al sindaco Piero Capizzi, anche attraverso un efficace messaggio video sulla pagina Facebook di Monreale Bene Comune, è il portavoce dello stesso, Francesco Macchiarella.“L'appalto in questione – afferma in una nota – non è del Comune, ma dell'ANAS. Il Comune, però, avrà buon diritto di sovrintendere, verificare e contestare se i lavori non sono fatti a regola d'arte? Dovrà farsi carico di quanto non di stretta competenza dell'ANAS per esempio i marciapiedi o gli alberi o i muretti? A chi è affidata da parte del Comune la sorveglianza e verifica dei lavori dell'ANAS e per essa della ditta appaltatrice? Perché e chi non ha provveduto ai lavori che l'ANAS assume indiscutibilmente propedeutici alla buona esecuzione del manto stradale? Non è verosimile che domani ci si ritrovi con la strada fatta per 3/4 e rappezzata.


Bisogna pretendere una verifica sull’esecuzione dei lavori a regola d’arte – conclude Macchiarella – In particolare bisogna verificare il prodotto ed il tipo di mescola. Bisogna vedere quanto è lo spessore effettivo (con saggi a campione) e quanto previsto in capitolato. Questo va fatto immediatamente e il comune deve attivare il proprio ufficio tecnico affinché faccia una relazione dettagliata sulle mancate conformità”.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna