Hammamet (2020)

Film di genere biografico-drammatico del 2020, durata 126 minuti, diretto da Gianni Amelio, prodotto da Pepito Produzioni e Rai Cinema, distribuito da 01 Distribution, con Pierfrancesco Favino, Livia Rossi, Luca Filippi, Silvia Cohen, Omero Antonutti, Renato Carpentieri, Giuseppe Cederna e Claudia Gerini. A 20 anni dalla sua morte, il regista, che ha curato la sceneggiatura insieme ad Alberto Taraglio, propone con la sua opera la figura del segretario del Partito Socialista Italiano, nonché presidente del consiglio dei Ministri Bettino Craxi esplorando, attraverso un viaggio inedito, il suo ultimo periodo di vita ad Hammamet, in Tunisia – scenograficamente curata da Giancarlo Basilli – affidando la fotografia a Luan Amelio Ujkai e le musiche a Nicola Piovani.

18 regali (2020)

 Film di genere drammatico del 2020, durata 115 minuti, diretto da Francesco Amato, prodotto da Lucky Red e Rai Cinema, distribuito da Vision Distribution Italia, con Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli, Edoardo Leo, Sara Lazzaro e Marco Messeri. Con un’opera ispirata ad una storia vera, il regista, propone le vicende di una famiglia travolta da un triste evento, raccontando dell’ultimo periodo di vita di Elisa Girotto – donna di quarant’anni che durante la gravidanza scopre di avere un cancro incurabile – attraverso la fotografia di Gherardo Gossi e alla testimonianza del marito Alessio Vincenzotto – il quale ha collaborato alla sceneggiatura con Massimo Gaudioso e Davide Lantieri – affidando la scenografia ad Emita Frigato.

Tolo tolo (2020)

Film di genere commedia del 2020, durata 90 minuti, diretto da Luca Medici/Checco Zalone, prodotto da Taodue Film, distribuito da Medusa Film, con Checco Zalone, Souleymane Silla, Manda Touré, Nassor Said Birya e Alexis Michalik. A distanza di quattro anni dall’uscita di Quo vado?, l’attore pugliese ritorna al cinema con un’opera diversa dalle precedenti raccontando, tramite la sceneggiatura da lui curata insieme a Paolo Virzì e alla sua musica, la dimensione erariale e politica dell’Italia e il fenomeno dell’immigrazione e dei conflitti bellici del continente nero, attraverso il noto linguaggio della commedia italiana zaloniana – già espressa nelle precedenti pellicole – affidando la fotografia a Fabio Zamarion.

Pinocchio (2019)

 Film di genere fantasy-avventura del 2019, durata 120 minuti, diretto da Matteo Garrone, prodotto da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, in associazione con Recorded Picture Company e Leone Film Group, distribuito da 01 Distribution, con Roberto Benigni, Federico Ielapi, Marine Vacht, Gigi Proietti, Massimo Ceccherini e Rocco Papaleo. Pinocchio, Geppetto, la Fata Turchina e il Grillo Parlante: i personaggi ideati dal giornalista fiorentino Carlo Collodi – Carlo Lorenzini – nel romanzo Le avventure di Pinocchio, tornano sulla quarta parete per raccontare, alle nuove generazioni, la fiaba del burattino di legno in chiave tradizionale, senza discostarsi dal testo originale, riadattando cinematograficamente la scenografia e i costumi, mantenendo il dialetto fiorentino – con l’introduzione del napoletano e del siciliano – attraverso la fotografia di Nicolaj Bruel, mescolando paesaggi rustici con atmosfere fantasy, che si alternano a tratti con il genere horror.

La dea Fortuna (2019)

Film di genere drammatico del 2019, durata 118 minuti, diretto da Ferzan Ozpetek, prodotto da Warner Bros. Entertainment Italia, R&C Produzioni e Faros Film, distribuito da Warner Bros. Pictures, con Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca, Serra Yilmaz, Barbara Alberti, Sara Ciocca, Pia Lanciotti, Edoardo Brandi, Cristina Bugatty e Filippo Nigro. Il film è articolato su un linguaggio drammatico e, alleggerito dai toni della commedia romantica italiana, tramite il grande schermo, mostra le dinamiche delle relazioni di coppia e delle amicizie all’interno della società, tra bugie e segreti, affrontando il tema dell’omosessualità.

Il primo Natale (2019)

Film di genere commedia del 2019, durata 100 minuti, diretto da Salvatore Ficarra e Valentino Picone, prodotto da Trump Ltd., distribuito da Medusa Film, con Salvatore Ficarra e Valentino Picone, Massimo Popolizio, Roberta Mattei, Giacomo Mattia e Giovanna Marchetti. Dopo il successo de L’ora legale (2017), il duo comico palermitano, Ficarra e Picone, coadiuvati ancora una volta dagli sceneggiatori Nicola Guaglianone e Fabrizio Testini, tornano al cinema con un’opera che vede i due protagonisti catapultati indietro nel tempo di 2019 anni, ovvero alla nascita di Gesù, attraverso un racconto con tema natalizio, affidando la fotografia a Daniele Ciprì.

L’Immortale (2019)

Film di genere drammatico-thriller del 2019, durata 115 minuti, diretto da Marco D’AMORE, co-prodotto da Cattleya e da Vision Distribution, distribuito da Vision Distribution, con Marco D’Amore, Salvatore D’Onofrio, Giuseppe Aiello, Giovanni Vastarella, Marianna Robustelli, Gennaro di Colandrea e Nello Moscia. Esordio alla regia per Marco D’Amore, nonché attore protagonista dell’opera, che tende a mostrare sul grande schermo la genesi del personaggio Ciro Di Marzio di Gomorra – La Serie, da lui interpretato, fino a giustificare l’assenza del criminale napoletano nell’ultima stagione diretta da Stefano Sollima, in seguito alla presunta morte, dopo la sopravvivenza ampiamente preannunciata dal trailer.

L'ufficiale e la spia (2019)

Film di genere drammatico-storico del 2019, durata 126 minuti, diretto dal franco-polacco Roman Polanski, co-prodotto da Légende Films, RP Productions, Gaumont, Eliseo Cinema e distribuito da 01 Distribution, con Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric e Laurent Natrella. Il film, tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore inglese, nonché giornalista, Robert Harris (Hutchinson, 2013), ripropone in chiave cinematografica lo scandalo storico, politico e sociale francese de “L’affaire Dreyfus”, alla fine dell’Ottocento, durante il periodo della Terza Repubblica.

Cetto c'è, senzadubbiamente (2019)

Film di genere commedia del 2019, durata 93 minuti, diretto da Giulio MANFREDONIA, prodotto da Wildside, Fandango e Vision Distribution, in collaborazione con Sky e TIMVISION e distribuito da Vision Distribution, con Antonio Albanese, Caterina Shulha e Gianfelice Imparato. Il film, compone la trilogia del noto personaggio politico Cetto La  Qualunque, interpretato da Antonio Albanese, ritornando sul grande schermo dopo Qualunquemente e Tutto tutto niente niente (G. Manfredonia, 2011 e 2012).

Doctor Sleep (2019)

Film di genere horror-thriller del 2019, durata 151 minuti, diretto da Mike FLANAGAN, prodotto da Intrepid Pictures, Vertigo Entertainment e distribuito da Warner Bros Italia, con Ewan McGregor, Rebecca Ferguson, e Cliff Curtis. Il sequel di Shining (S. Kubrick, 1980) alterna località come lo stato della Florida, del New Jersey e del New Hampshire, dagli anni Ottanta ai giorni nostri attraverso dei flashforward connettendo, di conseguenza, l’opera kubrickiana con quella attuale. “Doctor Sleep”, tratto dall’omonimo romanzo horror del noto scrittore e sceneggiatore statunitense Stephen King (Scribner, 2013) – unico sequel delle sue narrazioni – racconta dell’adulto Daniel Torrance – interpretato da Ewan McGregor, il camerlengo di Angeli e Demoni (R. Howard, 2009) – figlio dello scrittore Jack (J. Nicholson in Shining) afflitto dall’alcol come il padre, conducendo una vita alquanto spensierata fino a toccare il fondo. Il film, in un primo momento, descrive attraverso le scene il feedback dei traumi subiti dal piccolo Dan, mentre percorre nei suoi incubi i corridoi dell’albergo sopra il suo triciclo, fino ad arrivare alla camera 237, mesi dopo l’orribile esperienza tra le mura dell’Overlook Hotel. “Che è successo? Ti prego, devi parlarmi Danny.”