Non c’è proroga all’ordinanza di chiusura della “D’Aleo”, domani gli studenti dovranno tornare in classe

La valvola è finalmente arrivata: potrà tornare a far funzionare la caldaia

MONREALE, 12 gennaio – Non ci sarà una proroga per la validità dell’ordinanza con cui il sindaco Piero Capizzi lunedì scorso ha chiuso il plesso D’Aleo a causa del mancato funzionamento dell’impianto di riscaldamento che ha determinato temperature estremamente rigide all’interno dell’istituto: domattina, pertanto, gli studenti dovranno riprendere regolarmente le lezioni.

Oggi, infatti, così come ha fatto sapere l’ingegnere Daniele Niosi per conto dell’ex Provincia, adesso Area Metropolitana, la valvola che era stata ordinata lo scorso 15 dicembre, è finalmente arrivata ed al più presto potrà essere installata per garantire il funzionamento della caldaia. A ciò si aggiunga che il Comune, agendo in via sostitutiva proprio rispetto all’ente provinciale, ha provveduto ad installare nell’istituto due pompe di calore.
Così facendo, pertanto, all’interno dei locali, la temperatura dovrebbe riassestarsi su valori idonei a garantire il normale svolgimento delle lezioni, così come vuole la legge.

Interventi programmati pure presso la scuola Antonio Veneziano, dove in una classe non funzionano le piastre di riscaldamento. Discorso diverso, invece, per la scuola Guglielmo, i cui locali non appartengono al Comune e che non sono dotati di termosifoni. In queste aule si può intervenire soltanto piazzando delle stufe. “L’attenzione sulle problematiche scolastiche è sempre viva – afferma il sindaco Piero Capizzi - D’altronde non credo che la situazione scuola abbia un significato politico, perché ritengo che tutti ce l’abbiano nel cuore. Per questo motivo invito tutti a moderare i toni, a volte sopra le righe, anche da parte di alcuni consiglieri comunali e ad eliminare faziosità e speculazioni che non servono a nulla”.

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna