Casa Cultura, terminato oggi il tour book ''Stupor Mundi'' di Emanuele Alotta

La presentazione della graphic novel era avvenuta il 15 giugno nell’aula consiliare Biagio Giordano. LE FOTO

MONREALE, 8 novembre – Si è concluso stamattina il tour book della graphic novel del fumettista Emanuele Alotta, presso la Casa della Cultura “Santa Caterina”. L’evento, patrocinato dal comune di Monreale, è stato organizzato dai referenti della sede del Fondo Moderno della biblioteca comunale, la responsabile della biblioteca comunale Rosalba Madonia e il responsabile degli eventi di Casa Cultura Giuseppe Moschella, in sinergia con l’ex parlamentare Tonino Russo, in qualità di curatore editoriale del fumetto.

Presenti alla manifestazione, gli assessori Ignazio Davì e Rosanna Giannetto, intervenuti durante la presentazione, accogliendo gli alunni delle classi 2aA e 3aC dell’ istituto comprensivo Antonio Veneziano e la VaB del liceo artistico Mario D’Aleo. “Questa è la vostra casa – ha dichiarato il delegato ai Beni Culturali rivolgendosi agli allievi – e per questo abbiamo accolto con grande entusiasmo l’iniziativa, sposando la causa di Emanuele Alotta. È necessario conoscere l’importanza della nostra storia, anche attraverso il fumetto”.
A sottolineare l’importanza della presenza del giovane pubblico, l’assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Rosanna Giannetto. “Stupor Mundi rappresenta un approfondimento storico di quello che è un tema inerente al territorio monrealese. Lo scopo del fumetto, infatti, è quello di destare l’interesse degli allievi attraverso delle immagini che restituiscono la dimensione culturale di un’epoca siciliana, che abbraccia il percorso Arabo-Normanno, del patrimonio UNESCO”.

Intervenuto durante l’esposizione del fumetto, Tonino Russo, il quale ha voluto affrontare la tematica della tecnologia digitale all’interno delle scuole. “Coniugare lo studio con la tecnologia è una necessità – ha dichiarato l’ex parlamentare – noi viviamo nella società delle immagini. Dunque, se vogliamo far conoscere ai ragazzi la storia, in particolare quella della Sicilia, dobbiamo usare il linguaggio attuale: la comunicazione delle immagini. Il fumetto può essere una valida alternativa ma, nell’ambito tecnologico, sarebbe importante introdurre il metodo delle slides o, ancora meglio, i videogiochi interattivi già presenti nei musei”.

Dopo la presentazione, il fumettista, ha risposto alle domande degli alunni. “È stata un’esperienza importante – ha affermato Emanuele Alotta – perché ho potuto raccontare, attraverso l’arte, un pezzo di storia che riguarda la colonizzazione della Sicilia, tra popoli bizantini, arabi e normanni. Interpretando attraverso il disegno molti personaggi, sono stato pervaso da Federico II, detto, appunto, “stupor mundi” – meraviglia del mondo - cercando di estendere l’appellativo all’intero contesto storico rappresentato” conclude.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna