Linea 389: un risultato positivo, ma è necessario potenziare i collegamenti pubblici con Palermo

"Il servizio non soddisfa certamente le esigenze di studenti, pendolari e turisti"

MONREALE, 31 ottobre – “Esprimiamo soddisfazione per l’accordo raggiunto, in queste ore, fra l’Amat e i comuni di Palermo e Monreale che garantirà il collegamento tra Monreale e Palermo con la linea 389, ma chiediamo all’amministrazione del comune di Monreale di verificare, in termini di costi e benefici e nell’ambito di una rivisitazione della programmazione complessiva dei servizi di trasporto urbano ed extra-urbano la possibilità di potenziare le linee di collegamento con la Rocca”.

Lo dichiara Roberto Gambino, portavoce del movimento “Il Mosaico”, a proposito della notizia secondo la quale non sarà sospeso il servizio della linea 389 che collega Palermo con Monreale. “Il servizio curato dall’Amat, così com’è stato fino ad ora – continua Gambino – non soddisfa certamente le esigenze di studenti, pendolari e turisti a causa di corse ridotte e troppo distanziate nel tempo.

 

Quindi – conclude il Portavoce del Movimento monrealese Il Mosaico - sarebbe auspicabile proporre una nuova politica dei trasporti pubblici che parta dal confronto con tutti i portatori di interesse coinvolti (studenti, pendolari, commercianti, turisti, curia, Amat e Ditta Giordano - inclusi autisti -, taxisti ecc.) e da uno studio di sostenibilità economica che tenga in considerazione: contenziosi aperti e/o in via di definizione tra il Comune di Monreale e l’Amat, costi dell’attuale convenzione, la possibilità di potenziare il servizio di collegamento con la Rocca tramite linee urbane dipendenti dal Comune di Monreale in modo da venire in contro, realmente, alle esigenze degli utenti”.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna