San Cipirello, 70 mila euro per riaprire il campo sportivo

La somma verrà utilizzata per realizzare alcuni interventi necessari

SAN CIPIRELLO, 5 ottobre – Settantamila euro per riaprire il campo di calcio. La somma, da tempo nelle casse comunali, verrà adesso utilizzata per alcuni interventi necessari per la messa in sicurezza dell’impianto sportivo chiuso ad agosto.

Nei giorni scorsi l’Ufficio tecnico ha avviato, infatti, l’iter per individuare un progettista-direttore tecnico, un coordinatore della sicurezza ed un professionista che possa certificare l’idoneità sismica degli spogliatoi. I tre incarichi non supereranno il costo complessivo di 10 mila euro. Altri 18 serviranno per interventi di manutenzione straordinaria; 12.610 euro per impianti idrici, sanitari e fognari e altri 12 mila e 429 euro per l’impianto elettrico e il sistema antincendio.
La decisione di chiudere al pubblico il campo sportivo di contrada Bassetto era arrivata dopo un sopralluogo dei tecnici comunali. I problemi più grossi riguardano, infatti, l’impianto elettrico non a norma e che presenta cavi a vista per i collegamenti con illuminazione del campo. E anche quello idrico presenta allacci provvisori. Nel cornicione perimetrale degli spogliatoi, che sorgono a ridosso del campo, sono presenti cedimenti che potrebbero causare distacchi di calcestruzzo. Altri pericoli sono inoltre legati all’impianto di illuminazione esterna: la torre faro presenta diversi componenti danneggiati.

 (fonte e foto: vallejatonews.it)

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna