Pensionamenti e ''Quota 100'', uno spoil system forzato per il Comune di Monreale

Partita la difficile operazione della riorganizzazione della macchina comunale

MONREALE, 14 luglio – Più che un’adesione volontaria allo “Spoil System”, peraltro consueta e legittima per ogni amministrazione che si insedia, sembra proprio una necessità. Una soluzione non più differibile a causa dei pensionamenti che minacciano di “falcidiare” la pianta organica comunale. Soprattutto nei punti chiave.

Il tempo che avanza e con esso gli anni di servizio dei dipendenti, l’arrivo della cosiddetta “Quota 100” nei mesi a venire metteranno a dura prova le capacità organizzative dell’amministrazione comunale, che, “volere o volare”, deve adottare soluzioni valide per evitare la paralisi della macchina organizzativa. Né, sembra di capire, sia possibile procedere ad un turnover di dirigenti e funzionari con la soluzione dei concorsi per via della nota situazione finanziaria dell’ente. Ergo: bisognerà friggere con l’olio a disposizione, magari ricorrendo alla soluzione delle “posizioni organizzative”, che permettono ad un funzionario di svolgere mansioni superiori, che le equiparano a quei dirigenti che adesso rischiano di estinguersi. Materia che in questi giorni (per la verità già da un po’ di tempo) accompagna le giornate del sindaco Alberto Arcidiacono, dell’assessore al Personale, Geppino Pupella e, più in generale, delle forze di maggioranza che sostengono l’azione di governo della giunta in carica.


Nei giorni scorsi abbiamo detto (stavolta sì, si tratta di Spoil System) dell’avvicendamento che riguarda il segretario generale, Domenica Ficano, che l’amministrazione Arcidiacono ha deciso di sostituire. (leggi qui l’articolo), tanto che la stessa si è già congedata dal Consiglio comunale. Va ricordato sull’argomento che il vicesegretario Giancarlo Li Vecchi è andato in pensione e che le sue funzioni sono state assorbite adesso da Maria Rita Curcio, unica dirigente, assieme a Riccardo Cangemi, attualmente in forza al Comune.
Altre poltrone, poi, potrebbero cambiare proprietario, secondo una maquillage organizzativo che, come detto, la nuova amministrazione sta curando. Al momento non c’è alcun dato ufficiale e questo va sottolineato con chiarezza. La rotazione di incarichi, tuttavia, si presta a quel giro di indiscrezioni che già – prima in maniera leggera, poi con sempre maggiore frequenza – cominciano a circolare.
Una di queste vorrebbe l’attuale dirigente dell’ufficio tecnico Maurizio Busacca passare al settore Economico Finanziario, un settore che ha dovuto registrare il prossimo pensionamento di Maurizio Milone, finora colonna portante del settore Tributi e di Salvatore Modica, che si è occupato di Bilancio.
È chiaro, però, che uno smistamento di Busacca al settore economico lascerebbe vacante il settore dell’ufficio tecnico, per il quale la scelta potrebbe cadere su Salvatore Palazzo, per quel che riguarda l’Edilizia Privata e Mario Arcidiacono per le attività di contrasto all’abusivismo edilizio. Sembra tramontata, invece, ma anche questa notizia necessita di conferma, l’ipotesi che Riccardo Cangemi opti pure per il pensionamento, restando, quindi, almeno per il momento, al suo posto dell’ufficio Urbanistica e Servizi a Rete.
Come si vede l’azione di riorganizzazione della macchia organizzativa è molto complessa e sembra un gioco ad incastri dal cui buon esito dipenderà una percentuale notevole dello sviluppo della città di Monreale nei prossimi anni.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna