Risorse destinate ai comuni, l’AnciSicilia chiede un incontro al Governo della Regione

“Quelli attuali sono criteri non più adeguati”

PALERMO, 6 gennaio – L'AnciSicilia, in una nota inviata al presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci e all'assessore regionale delle autonomie locali, Bernardette Grasso, chiede la convocazione, in tempi brevi, della Conferenza Regione-Autonomie locali, al fine di concordare una ridefinizione complessiva dei criteri di riparto delle risorse regionali ai comuni.

“Quelli attualmente previsti sono criteri risalenti nel tempo e ormai non più adeguati – dichiarano Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale di AnciSicilia- si tratta di modalità di riparto che, in particolare negli ultimi anni, hanno acuito un meccanismo sperequativo tra enti”.
“Tutto ciò, nell'attuale condizione finanziaria, risulta ancora più inaccettabile, tanto che sta spingendo alcuni enti con popolazione superiore a 5000 abitanti ad impugnare l'ultimo decreto del 13 dicembre scorso. L'urgenza di convocare una nuova seduta della Conferenza Regione- Autonomie locali- continuano Orlando e Alvano - è data dall'urgenza di individuare misure compensative, anche a seguito dalla mancata approvazione, a fine 2017, di un emendamento che avrebbe potuto ridurre il taglio del 28 per cento, subito dai 185 comuni con popolazione superiore ai 5000 abitanti”.
“E' necessario, quindi, avviare un confronto con il Governo regionale – conclude Orlando - che consenta di individuare, analizzare ed affrontare le diverse cause che hanno portato e rischiano di portare, anche nel corso del 2018, ad una crescita esponenziale degli enti in dissesto e pre-dissesto”.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH