Si è spento Isidoro “Dorino” Giangreco

Dal 13 luglio era ricoverato all’ospedale Civico di Palermo dopo una misteriosa caduta in bicicletta

MONREALE, 8 agosto – Si è spento oggi, all’età di 69 anni, Isidoro Giangreco, medico di base e specialista della medicina dello sport. Per Giangreco, che dal 13 luglio scorso era ricoverato presso l’ospedale Civico di Palermo, è stata fatale una crisi respiratoria che gli ha provocato l’arresto cardiaco.

La scomparsa del medico, però, è avvolta da un alone di mistero ed è caratterizzata ancora da circostanze poco chiare sulle quali sono tuttora in corso indagini da parte della magistratura. Per Giangreco, infatti, il calvario che si è concluso oggi, è cominciato nella tarda mattinata del 13 luglio scorso, quando nel corso di uno dei suoi abituali giri in bicicletta, fu ritrovato riverso per terra lungo una strada tra Piana degli Albanesi e Santa Cristina Gela. Scattarono subito i soccorsi ed il medico fu trasportato all’ospedale in condizioni gravi ed in stato di coma. Da allora ha lottato strenuamente per quasi un mese, facendo i conti con un quadro clinico pesante, con trauma toracico, cranico e con numerose fratture. Qualche speranza i familiari l’avevano avuta subito dopo che Isidoro Giangreco era uscito dal coma, poi, però, purtroppo, le sue condizioni si sono aggravate, fino al decesso di oggi.

Isidoro Giangreco, che tutti chiamavano affettuosamente “Dorino”, era un uomo molto noto e stimato a Monreale. Tutti lo conoscevano per la sua professione, che esercitava sia come medico di base, che dello sport. Tutti, allo stesso tempo, lo conoscevano come appassionato ciclista. Da tanti anni non rinunciava alla sua giornaliera uscita in bicicletta, coprendo quotidianamente anche ottanta chilometri. Ma tanti non sanno che in gioventù Isidoro Giangreco era stato un ciclista di buon livello, partecipando pure al Giro d’Italia, dilettanti, dove aveva corso al fianco di Francesco Moser.

E proprio la bicicletta gli è stata fatale, anche se le circostanze del suo incidente sono tutt’altro che chiare. Difficile pensare, stando al quadro clinico ed alle condizioni della bici, ad un malore improvviso o ad una caduta accidentale, poiché Giangreco era ciclista assai esperto e conosceva e memoria, curva per curva e buca per buca quel tratto di strada teatro della caduta. Più facile pensare, ma questo dovranno certificarlo le indagini, ad un pirata della strada che potrebbe averlo investito.
I funerali di Isidoro Giangreco, non appena il magistrato restituirà la salma ai familiari, con ogni probabilità si terranno giovedì mattina alle ore 10 nella chiesa di San Castrense.

Alla moglie del dottore Giangreco, ai figli Salvo e Viviana le condoglianze più sentite da tutto lo staff di Monreale News.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna