Il Cus dura troppo poco, tutto facile per il Monreale

I biancazzurri piegano gli “universitari” col punteggio di 9-3. Adesso la trasferta di Pantelleria. LE FOTO

MONREALE, 26 ottobre – Mettiamo subito una cosa in chiaro: non è affatto il caso di esaltarsi. Il Monreale ha fatto solo il suo dovere. D’accordo che ogni partita può sempre nascondere insidie, soprattutto se affrontata senza la testa giusta, ma oggi il confronto era davvero impari.

Il Cus Palermo, infatti, e la classifica parla chiaro, si è presentato al “Giotti” da fanalino di coda del campionato. Ci sarebbe stato davvero da sorprendersi se il risultato fosse stato molto diverso da quello che è maturato sul campo. Il 9-3 del triplice fischio fotografa più o meno fedelmente quel che è successo sul rettangolo verde, dove il Monreale ha sbloccato il risultato già al 2’ e da quel momento ha comandato agevolmente le operazioni di gioco, allungando nel punteggio, già a metà gara, per poi gestire senza eccessivi patemi nel corso della ripresa. Di fronte aveva il Cus, una formazione, che nulla ha a che spartire con quella dello scorso anno, contro cui si disputò lo spareggio dei playoff e che oggi era una squadra fatta da giocatori volenterosi, che giocano con tanta dignità e con tanto impegno, ma che – inevitabilmente – paga un notevole dazio contro le compagini più accreditate.


La nota più lieta che arriva dal match, a parte i tre punti in tasca, è stato l’atteggiamento: quello di una squadra concentrata, che voleva solo vincere e farlo nel più breve tempo possibile. Una citazione ci sia consentita per l’ultimo arrivato (in termini di tempo), Giovanni Napoli: un under dal sicuro avvenire che ha debuttato come un veterano ed ha messo a segno due gol. Per il resto, normale amministrazione: due gol segnati pure da Mirko Sorrentino, due da Carlo Hamici, uno ciascuno, invece, messo a segno da Pitarresi, Cristian Badalamenti e Marchese. Da parte cussina si sono iscritti a referto Ciaramitaro, Mortillaro e Catanese.
Sabato prossimo il campionato osserverà un turno di riposo, ma non per il Monreale, chiamato a dover recuperare la partita della prima giornata che avrebbe dovuto disputare a Pantelleria. Sabato quindi, ci sarà da affrontare la trasferta pantesca, sperando che finisca diversamente dalla cocente sconfitta della scorsa stagione. Ma, anche in questo caso, a parlare sarà solo il campo.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna