Scuola Guglielmo, il valore della famiglia nel ricordo di Domenica Ferrara

Ieri la premiazione del concorso intitolato all’ex insegnante. LE FOTO

MONREALE, 18 maggio – Si è svolta ieri, nei locali del plesso Agnese Piraino-Leto-Borsellino della scuola Guglielmo II, la cerimonia di premiazione del concorso “La Famiglia, mio sostegno”, giunto alla quarta edizione.

La scuola, come di consuetudine, ha voluto rendere omaggio alla collega Mimma, docente in passato nella stessa partecipandovi.
Il concorso, infatti, nato 4 anni fa per iniziativa della famiglia Ferrara, è rivolto alle classi terze di scuola secondaria di I Grado al quale hanno partecipato oltre che la Guglielmo II anche la Margherita di Navarra e la scuola di San Giuseppe Jato-San Cipirello.

Alla cerimonia hanno preso parte la dirigente scolastica della Guglielmo Irene Bornelli, Patrizia Roccamatisi, dirigente della Margherita di Navarra, Sebastiano Passarello e Giuseppina Maisano in rappresentanza della scuola do San Giuseppe Jato-San Cipirello, nonché alcuni docenti delle scuole coinvolte, gli alunni premiati e le loro famiglie.
Sono stati presenti il fratello, notaio Filippo Ferrara e altri congiunti della professoressa scomparsa che hanno premiato i ragazzi, dopo aver letto i passi più significativi dei singoli elaborati scelti.
Il notaio Ferrara ha sottolineato l'importanza di un tema come la famiglia, che, benchè non più semplicemente intesa come il tradizionale nucleo composto da padre, madre e figli, ma potendo assumere forme diverse, costituisce ancora la cellula base, il nucleo centrale della società, luogo privilegiato per la partecipazione e la condivisione di gioie, problemi, ma anche sofferenze.

Tra gli elaborati che ogni istituto ha inviato, la famiglia Ferrara ha deciso di premiarne tre per ogni scuola che hanno particolarmente centrato il tema della famiglia come sostegno nei momenti di difficoltà, come porto sicuro in cui rifugiarsi per trovare conforto nei momenti tristi o gioire nei momenti felici.
La dirigente scolastica Irene Bornelli, che ha ben accolto l’iniziativa della partecipazione a questo concorso, ha anche sottolineato l'importanza di favorire momenti come questi in cui i giovani possano esporre i propri sentimenti ed esprimere le proprie emozioni, riconoscerle e verbalizzarle: compito della scuola, infatti, è anche quello di educare all'espressione di sentimenti positivi e delle emozioni, per prevenire il disagio sociale generato dal rischio dell'analfabetismo emozionale.

Tra una premiazione e l'altra, i bambini delle classi IV A e IV B della scuola primaria e i ragazzi delle classi 1E, 1F, 3E e 3F della scuola secondaria di primo grado hanno allietato gli intervenuti con alcuni canti. Gli allievi della scuola primaria sono stati guidati dalla docente Debora Saverino, gli allievi della secondaria dalla prof.ssa Rosangela Portera e dalla prof.ssa Francesca Sala. Le esibizioni sono piaciute e i partecipanti hanno risposto con calorosi applausi. Le alunne premiate sono state Alice Curcio, Cecilia Namio e Jolanda Silvestri, le quali hanno ricevuto un attestato e un premio in denaro.
La dirigente scolastica Irene Bornelli ha concluso la cerimonia ringraziando la famiglia Ferrara per la valenza dell'iniziativa che permette di rinnovare il ricordo di Domenica Ferrara e farla conoscere anche alle nuove generazioni.