La “Margherita di Navarra”, dal prossimo anno scolastico diventa istituto ad indirizzo musicale

Prestigioso riconoscimento per la scuola di Pioppo

MONREALE, 20 maggio – Grande traguardo raggiunto per l’istituto comprensivo “Margherita di Navarra” di Pioppo che dal prossimo anno scolastico 2019/2020 attiverà il corso ad indirizzo musicale che prevede l'insegnamento curriculare di quattro specialità strumentali: pianoforte, chitarra, tromba e percussioni.

Un percorso amministrativo lungo sei anni, fortemente voluto dagli organi collegiali dell’istituto e dalla dirigente scolastica che finalmente si conclude con la concessione dell’indirizzo musicale da parte dell’Ufficio Scolastico Territoriale competente.
La dirigente ricorda che da sempre l' istituto ha svolto una pregevole attività di formazione musicale ed ha promosso e attuato (presso la sezioni di Pioppo e Villaciambra) i “Corsi Extracurricolari di Strumento Musicale e i laboratori di Musica d'insieme e corale”, per la pratica del fare musica, nell’ambito del PTOF per l’ampliamento e arricchimento dell’offerta formativa, con il contributo volontario delle famiglie, delineando percorsi didattici e itinerari di apprendimento, integrazione e arricchimento socio-culturale e artistico.


Inoltre, presso la scuola primaria si attua da molti anni il decreto ministeriale 8/2011 che si propone di sviluppare l'apprendimento della pratica musicale a partire dalla scuola primaria nella prospettiva del curricolo verticale. Attualmente attivi il corso di pianoforte e il laboratorio di voci bianche con orario flessibile del docente interno in organico nell'istituto.
Occorre ricordare che la frequenza ai corsi musicali è completamente gratuita e che lo strumento musicale è una disciplina curricolare a tutti gli effetti come tutte le altre (italiano, storia, geografia, matematica ecc.), con valutazione quadrimestrale che compare, insieme con quella delle altre discipline, sui documenti di valutazione ministeriali, con specifica prova in sede di Esame di Licenza Media.
Tutti gli alunni iscritti ai corsi sosterranno prove attitudinali, dalle quali saranno formate delle graduatorie indispensabili per la formazione delle classi. Gli insegnanti, diplomati nei Conservatori di Musica e abilitati allo specifico insegnamento, faranno parte stabilmente della dotazione organica dell’Istituto.

Il corso è strutturato su due fasi dello studio strumentale: la lezione individuale e quella di musica d'insieme-orchestra. Durante il periodo di lezione individuale gli alunni affronteranno la tecnica di base dello strumento e lo studio del repertorio con esercizi e programmi personalizzati per ogni alunno in base ai progressi raggiunti e al proprio stile di apprendimento. Quest'ora avrà come scopo anche la preparazione del repertorio orchestrale con approfondimento delle parti d'orchestra e l’attività di musica d’insieme.
Soddisfatta la dirigente scolastica, Patrizia Roccamatisi, che da sei anni mira a questo grande obiettivo ritenendo come “l'insegnamento dello strumento musicale nella scuola secondaria di primo grado, oltre a un’integrazione interdisciplinare e a un arricchimento dell'insegnamento curricolare dell'educazione musicale, nel più ampio quadro delle finalità della scuola secondaria e del progetto complessivo di formazione della cultura di base, possa fornire agli alunni una maggiore capacità di lettura attiva e critica del reale, un’ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e coscienza razionale ed emotiva di sé e anche e soprattutto una più equilibrata e armoniosa crescita cognitiva e operativa degli studenti”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna