Si è svolta in cattedrale la consueta messa crismale del giovedì Santo

Benedetti gli olii che saranno distribuiti alle chiese per amministrare i sacramenti

MONREALE, 1 aprile – Dopo lo stop dello scorso anno, quando all’inizio della pandemia, era stata rinviata a data da destinarsi, si è tenuta regolarmente stamattina in cattedrale, come consuetudine del Giovedì Santo, e la cosiddetta messa crismale.

È quella che si tiene, alla presenza di tutto il clero monrealese, officiata dall’arcivescovo, monsignor Michele Pennisi, nella quale vengono benedetti gli olii santi che poi vengono distribuiti alle varie chiese della Diocesi, per amministrare i sacramenti durante il corso dell’anno.
“Gli Olii santi – ha detto Pennisi nel corso della sua omelia – consentiranno alle nostre comunità cristiane di porre i segni sacramentali, che offrono in modo efficace, la salvezza alle persone. L’olio dei catecumeni donerà loro l’energia necessaria per lottare contro il Maligno e assumere con gioia e generosità gli impegni della vita cristiana. Il sacro crisma sigillerà con il sigillo dello Spirito i nuovi cristiani che riceveranno il battesimo, il sacramento della Confermazione e i sacerdoti novelli che il Signore continua a dare alla nostra Chiesa. L’olio degli infermi recherà ai sofferenti il sollievo, la consolazione e il conforto dello Spirito Santo Paraclito.
Il coronavirus – ha aggiunto – ha stroncato molti nostri appuntamenti, ha sospeso alcune attività e pratiche devozionali ritenute da noi ben consolidate nella tradizione e ci ha costretti a concentrarci sulle poche cose che contano, sorvolando, invece, su tante altre apparentemente fruttuose, ma non indispensabili. Lo Spirito ci ha suggerito iniziative nuove ispirate alla fantasia della carità”.

 

 

Studio Valerio
Ottica Nuova Visione
Di Fulco - Macelleria