I ragazzi del liceo Basile alla giornata mondiale della lingua greca

Hanno proposto delle interessanti riscritture dei miti greci. LE FOTO

PALERMO, 11 febbraio - Questa mattina, presso la sala “De Seta” ai cantieri culturali della Zisa si è tenuta una manifestazione dedicata alla giornata mondiale della lingua greca. A celebrarla è stata la comunità ellenica di Palermo con docenti universitari e tutte le scuole del territorio, compresa la nostra.

Dopo i saluti del professore Haralabos Tsolakis, presidente della Comunità Ellenica di Palermo, si è svolta una parte seminariale a cura dei più importanti docenti di Greco e Neo Greco dell’università di Palermo. Finita l’interessante lezione, sono iniziate le varie performance da parte dei licei classici. Ad aprire le danze è stato il “Vittorio Emanuele II”, a seguire l’“Umberto I “ , il “Garibaldi “ , il Convitto Nazionale “Giovanni Falcone” , il “Meli “ , il liceo classico “ Don Bosco Ranchibile” , il “Basile-D’Aleo “ e l’istituto Gonzaga. Le varie performance sono state molto interessanti ma, a detta di alcuni dei presenti, forse un po’ ripetitive.

Solo il nostro liceo classico Emanuele Basile ha voluto romperee gli schemi: sul palco si sono avvicendati Anna Ganci, Giuseppe di Gesù della V A, Carolina Salamone e Giulia Gullo della IV A, dando una appassionata lettura delle loro personali riscritture mito poieiche che hanno scatenato gli applausi da parte del pubblico.
Alla fine della manifestazione, il professor Tsolakis si è voluto congratulare con gli alunni del nostro liceo e ha rilasciato anche qualche dichiarazione. Il presidente della Comunità Ellenica di Palermo afferma la buona riuscita della manifestazione che viene organizzata ormai da anni e riesce ogni anno a coinvolgere sempre più licei classici.

 Liceo "Basile"

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH