Aquino, case popolari di via S.L.: ci sono morosità, applicati i sigilli al contatore dell’acqua

Dopo il sollecito dell’amministrazione, i dipendenti comunali hanno pure diminuito il flusso idrico

MONREALE, 3 dicembre – Una querelle, questa, che dura da tanti anni, tra comune di Monreale, l’ente di pertinenza, lo IACP e gli abitanti delle case popolari di Aquino di via S.L. che, dopo tanti anni, continua a sollevare le polemiche dei residenti, considerato che l’eccessivo consumo d’acqua, negli anni, non è stato caratterizzato dallo spreco delle utenze, bensì da anomalie presenti sulle tubature.

In seguito alle perdite d’acqua causate da delle anomalie sulla conduttura che collega il contatore principale e le 66 unità abitative delle Case Popolari di via S.L., nel primo pomeriggio, dopo il sollecito dell’Amministrazione rivolto ai morosi delle utenze idriche, gli operatori comunali hanno diminuito il flusso d’acqua – come previsto dalla legge – e applicato i sigilli lungo il contatore.

“L'Amministrazione comunale – recita la nota pubblicata sul sito del comune di Monreale, nella sezione “Ufficio relazioni con il pubblico” – torna a sollecitare i titolari morosi delle utenze idriche a presentare all'ufficio acquedotto in tempi brevi, le ricevute dei pagamenti già effettuati al fine di evitare che eventuali disallineamenti possano portare all'attivazione delle procedure previste dall'art. 60 del Regolamento Acquedotto Comunale che consiste nella sospensione della fornitura idrica e distacco del contatore per le utenze commerciali e nella riduzione del fabbisogno idrico per le utenze condominiali e private”.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH