Caputo - Orizzontale 2019

Mercoledì nero a San Cipirello: un crollo ed un incendio in poche ore

Protagoniste due donne:

SAN CIPIRELLO, 11 aprile – Due incidenti in poche ore con protagoniste due donne. Il primo si è registrato poco dopo le ore 12 in vi Roma, all’altezza del vicolo Barone. Qui una signora di 56 anni, A. C. residente e a San Giuseppe Jato, è precipitata da una passerella di circa 3 metri.

Immediati sono scattati i soccorsi da parte del 118: la donna è stata trasferita d’urgenza con l’elisoccorso all’ospedale civico di Palermo. Dove le sono state riscontrate fratture al bacino e al femore. Ma non è il pericolo di vita. A cedere sotto il suo peso è stata una vecchia base in ferro utilizzata come pavimentazione di un ballatoio.
Le palazzine che sorgono in quell’angolo del centro storico di San Cipirello somigliano, infatti, a delle palafitte. A collegarle con via Roma sono delle rampe in cemento armato. Su una di queste era stato realizzato un balcone angolare che si appoggiava su una pedana in ferro. Le piogge e le intemperie hanno però corroso nel tempo il ferro che ha ceduto al passaggio della donna. Risucchiata già come in una botola. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della locale stazione.
Incendio in via D’Anna
Un’ora dopo, sempre a San Cipirello, è scoppiato un nuovo allarme: ad andare a fuoco un appartamento in via D’Anna, al secondo piano di una palazzina della Case popolari. Sembra che l’inquilina T. C., una donna di 76 anni, mentre cucinava ha avuto un incidente con la bombola del gas. Forse per errato montaggio o un malfunzionamento, è fuoriuscito del gas. Raggiunta la fiamma dei fornelli, il fuoco si è rapidamente propagato in tutta la cucina.
La donna è riuscita a mettersi in salvo ed allertare i vicini. In pochi minuti gli alloggi sono stati sgomberati. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione ed i vigili urbani. Necessario anche l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco de distaccamento di Partinico. Le operazioni di spegnimento e raffreddamento dell’immobile si sono protratte per ore. Il forte calore ha causato il crollo di calcinacci e intonaco, soprattutto nel vano cucina.

 (fonte e foto: vallejatonews.it)

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna