Arriva la soluzione in zona Cesarini, il servizio di assistenza scolastica agli alunni disabili sarà garantito

Il sindaco fa ricorso ai “fondi di riserva”. “Mi espongo, ma lo faccio per i bambini”

MONREALE, 1 dicembre – In nottata è arrivata la soluzione: il servizio di assistenza igienico-personale e alla comunicazione degli alunni disabili sarà garantito regolarmente anche per il mese di dicembre. Nessuna decurtazione oraria, quindi, sarà applicata.

La soluzione è arrivata al termine di un lungo confronto, terminato a tarda ora, fra il sindaco Piero Capizzi e gli uffici preposti e sarà resa possibile attingendo ai cosiddetti “fondi di riserva”. Non era possibile, invece, percorrere la strada dei debiti fuori bilancio. La decisione che rende possibile il mantenimento del servizio anche per il mese di dicembre, in queste ore sarà notificata alle cooperative che si occupano del servizio, che già, per la verità, avevano manifestato massima disponibilità ad articolare diversamente le ore prestate, per venire incontro alle esigenze dei disabili.

“Abbiamo trovato la necessità, ricorrendo a questa soluzione estrema – fa sapere a Monreale News il sindaco Piero Capizzi – ma mi dispiace essere stato costretto a risolvere il problema in questo modo all'ultimo minuto, quando si sarebbe potuto effettuare un monitoraggio in tempo utile, che, evidentemente, chi avrebbe dovuto farlo non ha fatto. Fare ricorso ai fondi di riserva è una soluzione che potrebbe espormi anche dal punto di vista personale, ma che ho deciso di adottare per venire incontro alle esigenze degli alunni diversamente abili e delle loro famiglie”.

Commenti  

#1 Grazia 2018-12-01 15:01
Credo che il sindaco Capizzi abbia cercato sempre di andare incontro alle esigenze delle famiglie e soprattutto degli alunni disabili . Non avevo dubbi che avrebbe ascoltato le richieste delle famiglie e che avrebbe cercato di trovare la soluzione.
Citazione
#2 Indignato 2018-12-02 10:33
E, naturalmente, questo "qualcuno" che non ha fatto il suo dovere resterà impunito mentre decine di famiglie rimanevano col fiato sospeso in attesa di una decisione sperata. Se non si attivano i controlli e si comincia a dare qualche "sberla" educativa a chi non fa il proprio dovere questo paese non vedrà mai la luce in fondo al tunnel.
Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna