La “Sand-art” e i bambini delle scuole monrealesi incantano la Collegiata

Grande emozione per l’interpretazione di “Corri o figlio”

MONREALE, 1 maggio - Spettacolare esibizione di “Sand art”, ieri sera, in Collegiata. Grazie alle magie della sabbia, l’artista monrealese Stefania Bruno ha fatto rivivere la leggenda del Santissimo Crocifisso, dal ritrovamento fino alla peste. Lo spettacolo è stato introdotto dall’esibizione canora dei ragazzi e dei bambini che frequentano le scuole monrealesi: “Pietro Novelli”, “Francesca Morvillo”, “Monreale II”, “Guglielmo”, “Antonio Veneziano”.

L’iniziativa è stata organizzata dalla Confraternita in collaborazione con le scuole del territorio.
I ragazzi e i bambini hanno seguito l’emozionate inno “Corri o figlio”, guidati dal maestro Danilo Pupella e coordinati dalle insegnanti Tiziana Termini, Elisa Favaloro, Rosa Giambruno, Antonella Lo Presti, Manuela Quadrante, Maria Concetta Adornetto, Antonella Vinciguerra, Giuliana Castello, Maria Luisa Li Manni, Romina Lo Piccolo. Presenti allo spettacolo, le dirigenti Chiara Di Prima (Pietro Novelli), Patrizia Roccamatisi (Monreale II), Beatrice Moneti (Antonio Veneziano). In ricordo della serata, la Confraternita ha voluto omaggiare le dirigenti e le docenti con una targa, conferita dall’arcivescovo Michele Pennisi, che ha partecipato alla serata. Ai cantanti è stata donata una pergamena.
Applausi a scena aperta hanno accolto l’esecuzione dei ragazzi che per settimane hanno provato con impegno e sacrificio. A tutti è andato il ringraziamento di don Giuseppe Salamone, parroco della Collegiata.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH