Scuole monrealesi: si trovano i locali, scongiurati i doppi turni

L’assessore Giannetto: “Un risultato non affatto scontato, frutto di un duro lavoro”

MONREALE, 26 settembre – L’anno scolastico che comincia lunedì e che si presenta – per ovvie ragioni – già denso di grosse difficoltà, parte fortunatamente con una buona notizia: è scongiurata l’ipotesi di doppi turni a Monreale e nelle sue frazioni.

Un risultato che il sindaco Alberto Arcidiacono e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Rosanna Giannetto presentano con comprensibile soddisfazione. Un risultato, peraltro, non affatto scontato, frutto di un duro lavoro, andato avanti tra mille difficoltà, durato tutta l’estate.
In questi mesi, infatti, è stato tutto un continuo di riunioni tecniche, alla presenza dell’amministrazione comunale, dei dirigenti scolastici, dei tecnici del comune e di tutti gli addetti ai lavori che si sono prodigati per evitare la iattura delle lezioni pomeridiane, alla luce della necessità di garantire il giusto distanziamento sociale a studenti ed insegnanti, individuando, pertanto dei locali che ospiteranno le lezioni.
Per quel che riguarda la scuola Veneziano-Novelli, come fa sapere l’assessore Giannetto, nei locali dei piano terra del Collegio di Maria verrà ubicata la scuola dell’infanzia, così come all’ex Mattatoio comunale, grazie ad un accordo con l’associazione “Nati due Volte”. Al primo piano del Collegio di Maria, invece, verranno allocate alcune classi della scuola primaria.
Quanto alla scuola Morvillo, si sono rivelate proficue le interlocuzioni con l’arcivescovo, monsignor Pennisi, dal momento che sono stati messi a disposizione alcuni ambienti dell’Opera Pia Benedetto Balsamo all’Albergo dei Poveri.
Di grande rilievo, inoltre, viene considerato il risultato ottenuto per quel che riguarda le aule della scuola media, sempre della Morvillo, alla luce del’accordo tra le dirigenti scolastiche Giammona e Lauricella (la prima della Morvillo, la seconda del liceo D’Aleo). Sulla base di questo, tre locali saranno destinati alla scuola media.
Relativamente alla Guglielmo II, quindi, verrà riutilizzato il plesso “Mattarella” finora in disuso, nel quale sarà ubicata una parte della primaria.
L’istituto comprensivo “Margherita di Navarra”, infine, disporrà dei locali della parrocchia di Maria Santissima Immacolata di Giacalone, dopo le proficue interlocuzioni con don Mario Terruso. Il plesso di Villaciambra potrà beneficiare degli ambienti della chiesa di San Giuseppe a Malpasso messi a disposizione da con Giovanni Vitale.
Per quel che concerne la situazione di San Martino delle Scale, dopo l’esecuzione dei lavori di adeguamento degli impianti nei locali del Fec, si attende il collaudo, ma anche qui sembra una pratica già a buon punto.
Ci sarà posto pure per i locali del Cpia, la scola per gli adulti, che sarà ospitata nell’edificio della piazzetta del Carmine, messo a disposizione dal don Nicola Gaglio.
“Mi ritengo estremamente soddisfatta per il risultato raggiunto – commenta l’assessore Giannetto – che non era affatto scontato e che è stato raggiunto grazie ad una efficace collaborazione tra amministrazione comunale, scuole di Monreale e addetti ai lavori vari. È importantissimo evitare i doppi turni, in modo da non appesantire la già difficile situazione che vivono numerose famiglie. Ringrazio tutti coloro che hanno operato con impegno e dedizione, a cominciare dai tecnici del Comune”.

 

Studio Valerio
Di Fulco - Macelleria
Ottica Nuova Visione