Giuseppe Romanotto - Orizzontale 2019

La scuola Novelli di Monreale premiata al Quirinale dal Presidente della Repubblica

L'istituto monrealese vincitore del concorso “Fiume e l’Adriatico orientale. Identità, culture, autonomia e nuovi confini nel panorama europeo alla fine della Prima guerra mondiale”

ROMA, 9 febbraio – Una giornata memorabile nella storia della scuola “Pietro Novelli” di Monreale, che per la seconda volta riceve il prestigioso riconoscimento del concorso nazionale “Fiume e l’Adriatico orientale. Identità, culture, autonomia e nuovi confini nel panorama europeo alla fine della Prima guerra mondiale”.

La cerimonia di premiazione si è svolta stamattina al palazzo del Quirinale, sede della Presidenza della Repubblica, nella sala dei Corazzieri, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, del Ministro della Pubblica Istruzione Marco Bussetti, del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi.
A ricevere il prestigioso premio c'era la delegazione della scuola monrealese, capitanata dalla dirigente scolastica, Chiara Di Prima. Assieme a lei le insegnanti Loredana Polizzi e Pina Cirino, con tre studenti dell'istituto.
“E anche oggi giornata memorabile per la direzione didattica Pietro Novelli, istituzione scolastica che mi onoro di dirigere già da 6 anni – commenta con soddisfazione la dirigente Di Prima – in quanto tra i vincitori del Concorso nazionale “Fiume e l’Adriatico orientale. Identità, culture, autonomia e nuovi confini nel panorama europeo alla fine della Prima guerra mondiale”.

Un riconoscimento prestigioso all’impegno quotidiano dei docenti nel preparare gli alunni alla vita, consentendo loro di fondare il proprio futuro sulla conoscenza solida degli eventi del passato, se pur dolorosi e cruenti.
Ho avuto l’onore di avere in consegna il premio insieme a una delegazione di 3 studenti e alle docenti Giuseppina Cirino e Loredana Polizzi, che insieme a Giusi Nicolosi, hanno curato la realizzazione del video dal titolo “Con gli occhi dei bambini” presentato al concorso.
Per troppo tempo – conclude Chiara di Prima – gli eccidi delle foibe e l’esodo degli esuli Istriani, Fiumani e Dalmati sono stati dimenticati, ‘negati’. È un dovere civile e morale conservare quegli avvenimenti nella nostra memoria collettiva, in nome della verità storica e della giustizia per il nostro Paese”.
Già tre anni fa la scuola monrealese si era aggiudicato il prestigioso riconoscimento. In quella occasione, nel corso della cerimonia di premiazione, il coro della Novelli si era esibito a Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, intonando il coro “Ninna nanna, picciriddu”, scritto dalla monrealese Antonella Vinciguerra.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna