Ex dipendente della ditta rifiuti, disoccupato, si lega per protesta davanti il Comune

“Come padre di famiglia ho diritto a lavorare anche io”, s’incatena

MONREALE, 4 novembre - Un tentativo disperato: è stata questa l’azione di uomo, che questa mattina ha cercato di legarsi con tanto di catene davanti al Comune di Monreale,  in piazza Vittorio Emanuele II. L’uomo afferma di protestare per i propri diritti.

Alessandro Patellaro, 51 anni, dipendete della vecchia ditta di smaltimento rifiuti legata a Monreale, si è incatenato davanti il portone degli uffici comunali in piazza, chiedendo di esser riammesso al lavoro. Ci racconta la sua storia, immerso in una situazione economica disperata, poichè da 3 anni e mezzo non lavora. Riferisce di non essere ancora stato richiamato al reinserimento lavorativo, nonostante figuri in una lista dove sono presenti i "papabili" autisti di veicoli della nettezza urbana, dotati di patente C, che verranno inseriti in organico. Di questo particolare, per la verità,  asl momento si disconoscono le tempistiche.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Monreale insieme al sindaco Alberto Arcidiacono, che hanno saputo dissuadere l’uomo. Il primo cittadino ha ascoltato e letto quanto l’ex-netturbino aveva da dire, adesso si aspettano le soluzioni ad una situazione tutt'altro che semplice.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH