Partinico, la Polizia scopre una piantagione di marjiuana a cielo aperto

Arrestato un giovane partinicese

PARTINICO, 24 agosto – Nel pomeriggio di ieri, la Polizia di Stato, nell’ambito di mirati servizi di prevenzione e contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, ha scoperto una piantagione di “cannabis indica” ed ha tratto in arresto D.P., 26enne partinicese.

L’attività, condotta dagli agenti del Comissariato “Partinico”, ha tratto spunto da alcune intuizioni investigative che, sviluppate sul territorio, attraverso mirati servizi, hanno portato ad un terreno, in uso all’arrestato odierno, in contrada “Bisaccia”.
I poliziotti hanno accertato che il terreno adibito a piantagione è attiguo alla proprietà di D.P., che i due terreni sono separati da una labile ed arruginita recinzione e che dal terreno del 26enne partinicese, si snoda un impianto di irrigazione, costituito da un tubo di circa 13 metri e da un bocchettone, utilizzato per irrorare la piantagione clandestina.
Nel corso dell’intervento è sopraggiunto sul luogo il sospettato il quale, incalzato dagli agenti, si sarebbe assunto sin dalle prime battute la responsabilità della coltivazione illecita, indicando inoltre ai poliziotti una via d’accesso alla piantagione dalla sua proprietà e mostrando il fertilizzante utilizzato per la cura delle piante illegali.
La piantagione, composta da108 piante di marijuana di varie altezze, è stata posta sotto sequestro.
Nello stesso contesto gli agenti hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare a casa di D.P., a seguito della quale sono state rinvenuti e sequestrati 26 grammi di sostanza stupefacente essiccata, un coltello, un paio di forbicine ed un bilancino di precisione.
Alla luce di quanto emerso, D.P. è stato arrestato per il reato di produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti.

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH