Kick-Ass (2010)

Quante volte avremmo voluto indossare i panni del supereroe per ripulire la nostra città, o perfino il mondo intero dalle troppe ingiustizie che lo governano? Sembra un pensiero banale, legato all'adolescenza soprattutto dei maschietti, di solito divoratori di fumetti. E invece ritengo che rimanga un chiodo fisso anche nella maturità: il pensiero cioè di potere superare i limiti dell'umano, per potersi mettere al servizio della comunità, o per compiere le più atroci nefandezze. Questo l'assunto di base di questo film godibilissimo tratto dal fumetto di Mark Millar.

Dave Lizewski (Aaron Johnson), studente delle superiori newyorkese, appassionato di fumetti, è ossessionato proprio da questo quesito: perchè tra i tanti (folli) amanti dei supereroi nessuno decide di indossare un costume con l'intento di fare giustizia, punendo i cattivi e proteggendo i buoni? Dal porsi il problema a metterlo in pratica il passo è breve e il ragazzo si trova presto a sorvegliare le strade di New York con indosso un ridicolo costume giallo e verde, nei panni di Kick-Ass.

Il giovane finisce ben presto malmenato e in fin di vita, ma in occasione del suo ritorno in attività si ritrova protetto da qualcuno che invece il supereroe lo sa fare sul serio: Big Daddy (Nicolas Cage) e la piccola Hit Girl (Chloë Moretz), impegnati nella lotta al crimine e al boss Frank D'Amico. Con l'aiuto dei due, Kick-Ass vede concretizzarsi il sogno di diventare un vero paladino della giustizia.

Questo Kick-Ass verrebbe da ribattezzarlo: Non è un altro stupido film sui supereroi; infatti il lavoro del talentuoso e giovane regista Matthew Vaughn, in perfetta simbiosi con la sceneggiatrice Jane Goldman, riesce a catturare perfettamente lo spirito del fumetto (anti)superoico partorito dalla mente e la matita di Millar. Kick-Kass rappresenta una boccata d'aria fresca dopo i troppi lavori tratti da MARVEL e DC che hanno (quasi) sempre mortificato e instupidito i colossi della tradizione americana: da Superman (di Brian Singer), ai Fantastici 4, a Wolverine e Hulk (tremendo quello di Ang Lee), fino allo stesso Spiderman; senza contare le minacce che si paventano all'orizzonte (temo per i Vendicatori). A maggior ragione, quindi, accogliamo con entusiasmo questo lavoro che solo in modo "pretestuoso" parla di supereroi, sfociando ben presto in quelle che sono le sue reali motivazioni. L'opera infatti riflette sul riscatto adolescenziale di un giovane, che non trova di meglio che incanalare le sue energie in un progetto che gli appare l'unico possibile e credibile: trasformarsi in un supereroe. Dunque nessun potere acquisito per via più o meno fortuita, ma il gesto disperato e un po' goliardico di chi non ha (o non può progettare) valide alternative.

Per ovvie ragioni, e in linea con l'ironia che caratterizza il fumetto, la nascita dell'eroe (poco super) Kick-Ass è all'insegna del fallimento, ma è qui che Vaughn e Millar creano e sviluppano il nodo più interessante del film/fumetto: la realtà odierna si fonda su un sistema di registrazioni e condivisioni talmente puntuale e aggrovigliato (Facebook, YouTube, MySpace, Twitter & Co.) da decidere autonomamente eroi e antieroi, a prescindere dal reale e concreto valore degli individui. Ecco dunque che è la comunità globale a decidere che Kick-Ass debba (suo malgrado) divenire un mito vivente. Le evoluzioni e involuzioni psicologiche del personaggio rappresentano tutto ciò che doveva - e non è riuscito - a esprimere lo Spiderman di Sam Raimi (penalizzato anche dal discutibile Tobey Maguire). In Kick-Ass invece tutto funziona: interpretazione e dialoghi, ritmo e combattimenti. La regia è leggera e divertita e può perfino permettersi, tra una battuta e l'altra, una dose extra di sangue e violenza. Infine non sarei a posto con me stesso se non citassi la prova dell'adorabile, bravissima e perfino conturbante Hit-Girl interpretata dalla giovane Moretz, capace spesso e volentieri di rubare la scena a Cage.

GIUDIZIO: 7,5/10
SITO UFFICIALE: kickass-themovie.com

Gallery

{yoogallery src=[/images/stories/cinema/kass/galleria] width=[127] height=[90] style=[lightbox] effect=[fade] spotlight=[0] prefix=[thumb120_] thumb_cache_dir=[thumbs127] thumb_cache_time=[1] load_lightbox=[1] thumb=[rounded] rel=[lightbox[mygallery]] load_lightbox=[1] resize=[1] order=[asc] count=[10]}

Trailer

Tutte le immagini e i video proposti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email, saranno immediatamente rimossi.


Scheda del film:
Titolo originale: Kick-Ass
Lingua originale: Inglese
Paese: Stati Uniti, Regno Unito
Anno: 2010
Durata: 117 min/colore
Genere: azione, commedia, supereroi
Regia: Matthew Vaughn
Soggetto: dal fumetto di Mark Millar
Sceneggiatura: Jane Goldman, Matthew Vaughn
Produttore: Adam Bohling, Mark Millar, Tarquin Pack, Brad Pitt, David Reid, John Romita Jr., Kris Thykier, Matthew Vaughn
Casa di produzione: Marv Films, Plan B Entertainment
Fotografia: Ben Davis
Montaggio: Jon Harris
Musiche: Ilan Eshkeri

Interpreti e Personaggi:
Aaron Johnson: Dave Lizewski/Kick-Ass
Nicolas Cage: Damon Macready/Big Daddy
Chloë Moretz: Hit Girl/Mindy Macready
Christopher Mintz-Plasse: Chris D'Amico/Red Mist
Mark Strong: Frank D'Amico

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH