Bottino pieno per i rosanero contro il Roccella: ora è +5 sulla seconda

1-0 il risultato finale. Due i calci di rigore concessi dallarbitro: la sblocca Floriano, sbaglia Khoris

PALERMO, 19 gennaio – La capolista torna alla vittoria e lo fa davanti al proprio pubblico, mettendo in cassaforte i tre punti dopo il pari di sabato scorso  contro il San Tommaso, allungando la distanza con la  2a in classifica grazie alle reti bianche in quel di Torre Annunziata tra Savoia e Marina di Ragusa.

Rosario Pergolizzi – che oggi salva la propria panchina – impiega dal primo minuto 1 Pelagotti, 6 Martinelli (cap.), 8 Martin, 9 Ricciardo, 19 Lancini, 24 Crivello, 25 Floriano, 33 Langella, 54 Peretti,  73 Kraja, e 75 Felici.

Il tecnico Francesco Galati, invece, compone il suo 11 titolare con 1 Scuffia (cap.), 2 Ibrahime, 3 Malerba, 4 Capellini, 5 Liviera Zugiani, 6 Coluccio, 7 Kamara, 8 Faiello, 9 Khoris, 10 Leveque, 11 Achik Ismail.

Ore 14:30 e, il signor Nicolae Sfira di Pordenone, assistito dai signori Simone De Nardi di Conegliano e Roberto D’Ascanio di Roma 2, fischia la prima volta nel match valido per la 20a giornata del campionato di Serie D – girone I.

Il Palermo, in divisa total black, parte subito all’attacco proponendo un gioco offensivo, impensierendo più volte la retroguardia del Roccella. Sono solo 11 i minuti indicati dall’orologio e il numero 9 Ricciardo, accusando dei fastidi, chiede subito il cambio lasciando spazio ad un legnoso Nando Sforzini, al minimo della sua condizione atletica. Nonostante il gioco propositivo, i rosanero, non riusciranno a concretizzare sotto porta, scegliendo più volte soluzioni complicate e con qualche errore di troppo nei passaggi e con Pelagotti che, da qualche settimana, ha manifestato un lieve calo di lucidità dal punto di vista tecnico. Prima della mezz’ora, il neo acquisto Roberto Floriano – alla prima da titolare in casa e protagonista assoluto in questo match – tenta di concedere la gioia ai propri tifosi, prima calciando di prima intenzione col sinistro, grazie ad un assist di Langella, trovando però il lato del palo e, 2’ dopo, con un tiro basso dal limite intercettato sull’angolo basso destro da Scuffia.

I rosanero tentano di colpire un Roccella che ha abbassato il baricentro e, al 27’, lo fa con Langella che dal centrocampo riesce a superare 3 uomini in velocità, affacciandosi davanti l’area di rigore e concludendo di poco al di sopra della traversa. Stessa sorte avrà 6’ dopo Mattia Felici che, servito da Floriano, prova una pennellata che sfiora l’incrocio dei pali. Ottima è invece l’uscita di Pelagotti che chiude su Achik Ismail sull’evolversi di un’azione insidiosa.

Non cambia il parziale nel primo periodo della gara: dopo 1’ di recupero, l’arbitro farà rifiatare le squadre sul risultato di 0-0.

Alla ripresa, il film è sempre lo stesso. Gioco offensivo e tanti servizi sbagliati per la compagine rosanero, con un Nando Sforzini che, secondo le sue possibilità, lotta ma non riesce a dare un forte contributo  alla propria squadra. Cambia, invece, l’incipit della squadra ospite, la quale preferisce attendere basso il Palermo e cercare di sbloccare la partita con le ripartenze.

A 11’ dal duplice fischio, un sinistro di Langella rischia di essere carambolato in rete in seguito ad una serie di rimpalli. È sull’evolversi di un contropiede del Roccella – neutralizzato dalla retroguardia rosanero – che Pelagotti con un lancio lungo mette in movimento Floriano il quale, da metà campo e in velocità, irrompe sull’area di rigore avversaria, guadagnando un tiro dal dischetto in seguito ad un contatto irregolare: palla sulla sinistra e Scuffia a destra, il Palermo passa in vantaggio e il tabellino segna 1-0 e il gol porta il nome del numero 25. Piccola ingenuità, invece, da parte di Martinelli che restituirà il favore alla squadra avversaria viziando, da dietro, l’attaccante numero 9 nell’area di rigore occupata da Pelagotti. Momenti di tensione sugli spalti, tra fischi e dita incrociate: al fischio dell’arbitro, il numero 1 rosanero sceglie l’angolo basso destro, mentre osserva la sfera scavalcare la traversa. Mani nei capelli per Khoris, il quale non gli resta che inginocchiarsi, dalla disperazione, davanti a sua Maestà la curva Nord, animata dalla gioia dei supporters rosanero.

Al 78’, il nervosismo di Ibrahime Mbaye avrà la meglio sull’equilibrio della partita, collezionando il secondo giallo dopo esser stato richiamato più volte dal direttore di gara. Roccella in 10: dopo 5’ di recupero e un affondo finale degli ospiti, il Palermo ritrova i 3 punti in casa dopo una partita di grande spessore, ma con pochi tiri utili nello specchio, aumentando la distanza dal Savoia.

Di seguito, i risultati della 20a giornata di Serie D – girone I e la classifica aggiornata:

ACR Messina 1-0 San Tommaso
AS Acireale 3-1 Castrovillari
Biancavilla 1-0 Licata
Calcio Giugliano 2-1 Marsala
Corigliano 0-1 FC Messina
Palermo 1-0 Roccella
Savoia 0-0 Marina di ragusa
SS Nola 2-0 Cittanovese
US Palmese 1-0 Troina

Palermo 48
Savoia 43
FC Messina 36
Calcio Giugliano 35
Troina 34
Acireale 33
Licata 32
Biancavilla 32
Cittanovese 31
ACR Messina 29
SS Nola 24
Castrovillari 21
Marina di Ragusa 20
Marsala 19
Roccella 18
Corigliano Calabro 13
San Tommaso 13
US Palmese 11

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH