Il Monreale piega il Trabia, la fiammella resta accesa

Partita vibrante che i biancazzurri vincono per 3-1 e continuano a rincorrere i playoff. LE FOTO

MONREALE, 24 febbraio – La strada è ancora lunga, tortuosa e in salita. L’obiettivo è ancora lontano. Aver vinto stasera, però, significa che quella strada può essere ancora percorsa, che quell’obiettivo può essere raggiunto. Ci sarà da faticare, da sudare e da stringere i denti, ma la corsa continua.

Con una partita fatta ancora di grinta, di concentrazione e di adrenalina il Monreale calcio a 5 piega un signor Real Trabia Bellaville, che è attardato in classifica sì, ma che ricorda a tutti di essere una delle squadre più quotate del campionato. Al triplice fischio il punteggio ha detto 3-1 Monreale, ma il match è stato in bilico fino alla fine e solo un gol del capitano Pitarresi, giusto quasi allo scadere e con il portiere di movimento schierato dagli ospiti e quindi con la porta avversaria sguarnita, ha decretato praticamente la fine della contesa.
Fino a quel momento la partita aveva visto due squadre che si erano affrontate a viso aperto, che avevano dato vita ad una partita tirata, ma estremamente corretta. Una partita che ha appassionato il pubblico presente, numeroso anche stasera al Giotti, nonostante la temperatura non certo invitante.
Il Monreale così incassa la sua quarta vittoria consecutiva e guarda con fiducia alla sfida di sabato prossimo al PalaCanino di Altofonte, dove ad aspettarlo troverà un Redentino ferito dalla sconfitta di sabato scorso in quel di Canicattì.
Il match con il Real Trabia Bellaville si era aperto nel migliore dei modi per il Monreale, quando al 5’, Andrea Bruno, uno dei migliori, rubava palla a centrocampo, scambiava con “Ibra” Catalano, che gli restituiva un pallone col contagiri, che chiedeva solo di essere spedito in porta. Cosa che Bruno faceva senza farsi pregare, per la rete dell’1-0. Un minuto dopo il vantaggio diventava doppio: Gabriele Di Maria, dalla propria porta vedeva il suo “collega” fuori dai pali e lo beffava con un tiro “coast to coast” che faceva esplodere il Giotti. Il Real Trabia però non si perdeva d’animo ed accorciava le distanze all’11’ con una ripartenza micidiale, finalizzata da capitan Piazza da due passi.

Sembrava il prologo ad un match ricco di gol ed invece le squadre si fronteggiavano senza concedere grandi spazi agli avversari, ma soprattutto non mollando nemmeno in centimetro su ogni pallone. Il Trabia mostrava tutta la sua organizzazione di gioco, facendo soffrire pure (e parecchio) il Monreale, specie nella prima parte della ripresa. I padroni di casa erano bravi a non cedere alla tentazione del fallo e non concedevano ai rivali il tiro libero, pur avendo raggiunto il bonus dei cinque, già al 17’.
Insomma era una vera e propria battaglia (calcistica), che lasciava tutti col fiato sospeso fino al secondo minuto di recupero, quando Pitarresi, col Trabia che schierava cinque giocatori di movimento, si trovava sul destro il pallone per calciare a rete da grande distanza e fissava il punteggio sul definitivo 3-1.
Gli abbracci e gli applausi arrivavano numerosi, ma si spegnevano presto, con la speranza che si spengano altrettanto presto nella testa dei giocatori, che dovranno fare immediatamente reset. Sabato sarà nuovamente battaglia e l’avversario sarà ancora di rango, forse anche di più. Occorrerà il Monreale con la testa di stasera per sperare di non tornare a casa a mai vuote.
Nota a margine: nell’intervallo c’è stato anche un attimo di gloria per gli Esordienti del Monreale C5, che ieri hanno vinto la Coppa Carnevale ASC, guidati da mister Benito Micalizzi. Chissà, forse un domani qualcuno di loro giocherà in prima squadra. La società lavora anche per quello….

Le foto della gallery sono state realizzate da Antonello Baldoni, che ringraziamo

 

 

 



 

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH