La “bestia” è sempre nera, il Cus passa al Giotti

Partita tiratissima, con gli “universitari” che conquistano matematicamente il secondo posto. LE FOTO

MONREALE, 30 aprile – Il Cus Palermo si conferma la bestia nera per il Monreale calcio a 5 e al termine di una partita palpitante e combattutissima passa al Giotti col punteggio di 6-5, violando l’imbattibilità casalinga dei biancazzurri, ma soprattutto chiudendo definitivamente il discorso secondo posto.

La piazza d’onore, alle spalle della già promossa Pro Nissa, la conquistano gli uomini di mister La Bianca, più lucidi del Monreale nei momenti topici della partita, bravi a partire a razzo, così come a non abbattersi quando la rimonta del Monreale si era concretizzata e tutto sembrava lasciar presagire una vittoria di questo.
È stata una grande partita oggi al centro sportivo Giotti, una partita combattuta, maschia, che ha regalato emozioni a iosa ad un pubblico numeroso come mai, che ha gremito l’impianto di Aquino. Ed alla fine l’applauso della gente ai protagonisti in campo è stato la giusta conclusione di una sfida sentita, che ricorderemo a lungo.


Gli universitari partivano a tutta, andando a prendere il Monreale nella sua metà campo ed esercitando una pressione che nella prima parte di gara dava frutti abbondanti e meritati: Andavano a segno Cassata, Comito e soprattutto Miranda con una gol di grandissima fattura, realizzato con una sorta di semirovesciata da posizione angolata. Dopo questi tre schiaffoni, però, il Monreale rialzava la testa ed accorciava al 21’ con una prodezza acrobatica di Gian Mario Fuschi, poi si rifaceva sotto con una bomba di sinistro di capitan Di Simone che si insaccava all’incrocio. Nella ripresa “Ibra” Catalano si ricordava di essere uno dei migliori pivot del campionato e dopo aver saltato due avversari metteva alle spalle di Fuxa la palla del 3-3 che faceva esplodere il Giotti.
Ma le emozioni non erano ancora finite: al 20’ con un tiro libero di Pitarresi il Monreale passava addirittura in vantaggio e cullava il sogno dell’aggancio in classifica. A rimettere la situazione in parità ci pensava Alessandro Comito con una punizione bomba che toglieva le ragnatele dal “sette” al 26’. Due minuti dopo Cassata metteva la sua seconda firma sul tabellino per il momentaneo 5-4 Cus. Le due squadre non si risparmiavano e c’era spazio ancora per il gol di Catalano in pieno recupero, prima della rete del definitivo 6-5 realizzato da Miranda, al termine di un’azione ben congegnata dagli universitari.
Adesso, tolto “il dente” della lotta al secondo posto, ci sarà da concentrarsi sulla trasferta di Bagheria, dove il Monreale dovrà affrontare una squadra impegnata in piena lotta retrocessione. Poi saranno playoff, un risultato comunque “storico” per questa società, così come per l’intero movimento sportivo della città di Monreale.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna