Il Monreale batte anche la cabala: al Giotti cade pure il Marsala

Sesta vittoria consecutiva e secondo posto in classifica. LE FOTO

MONREALE, 10 novembre – Questa volta la cabala è andata a quel paese. Questa volta i precedenti sono stati buttati nella spazzatura. Questa volta ha vinto il Monreale. Una vittoria netta, bella e confortante, figlia del grande impegno e del bel gioco.

Alla fine della partita, quando è arrivato il triplice fischio, il punteggio diceva 7-3 Monreale, di fronte ad un Marsala mai domo, che, pur sconfitto, ha dimostrato di essere una squadra solida, che sa giocare al futsal e che certamente farà tanta strada in campionato.
Oggi, però, c'era soprattutto un grande Monreale, rapido, concentrato e determinato in campo, che ha fatto capire presto da che parte sarebbe andato l'incontro. La palla girava a meraviglia, le conclusioni arrivavano con regolarità, e la difesa chiudeva tutti i varchi, pur avendo di fronte dei signori attaccanti: Giacomo Chirco su tutti.


Insomma per mister Buccheri dal campo arrivavano solo buone notizie e quando Salvo Pitarresi all'8' scoccava un gran destro in diagonale, mettendo alle spalle del portiere marsalese, sembrava il giusto coronamento di un buon avvio di gara. Il Marsala, però, non restava a guardare e 2' dopo, con una ripartenza velenosa, si riportava in parità con Pellegrino. Al 12' Catalano segnava il gol del 2-1, un gol da far vedere ai bambini per spiegare loro i movimenti del pivot, difendendo palla spalle alla porta, sfruttando l'appoggio del difensore, fintando e poi a scaraventando in rete. L'equilibrio della partita, però, lo ristabiliva Costigliola al 15' che sfruttava un errore monrealese. Nella seconda parte del primo tempo cominciava lo show di Mirko Sorrentino, il migliore in campo, che con un uno-due micidiale (17' e 25') consentiva al Monreale di andare al riposo su un meritatissimo 4-2.
Nella ripresa i padroni di casa allungavano con Fuschi al 10' e con Ciolino al 18' (con l'uomo in più). Chirco al 18' accorciava le distanze su tiro libero, quindi Parisi realizzava con caparbietà il gol del definitivo 7-3.
Nel finale qualche parola di troppo obbligava gli arbitri a mostrare qualche cartellino rosso. Restava però, negli occhi l'immagine di un grande Monreale che da stasera, stante la sconfitta del Campobello con la Nissa, occupa il secondo posto solitario della classifica.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna