I bambini della Badiella alla scoperta del mondo delle api

Un’interessante lezione tenuta da due apicoltrici per spiegare ai piccoli l’importanza di questi insetti. LE FOTO

MONREALE, 22 maggio – I bambini della scuola dell’infanzia Badiella hanno scoperto con le maestre e con le brave apicoltrici dell’azienda Miele Seta perché le api in via di estinzione vanno protette e perché sono così preziose per l’ambiente e per l’uomo.

Le due apicoltrici hanno condotto i bambini nel meraviglioso mondo delle api, piccoli insetti che sanno creare una comunità operosa e affascinante. Nella splendida cornice del chiostro della Badiella è entrata un’arnia, i telaini e la tuta dell’apicoltore, si è parlato dell’instancabile attività dell’apicoltore e delle api.
I bambini hanno avuto la possibilità di toccare e annusare i telaini e la cera, ma anche di assaggiare il miele. Le apicoltrici hanno spiegato e mostrato come si riproducono le api e com’è organizzata la vita all’interno dell’alveare; i diversi ruoli che assumono le api durante la loro breve vita e l’incredibile lavoro dell’ape regina; le strategie e le attività per nutrirsi e difendersi. Un complesso mosaico esagonale in cui ogni ape svolge un suo ruolo in funzione del benessere e della sopravvivenza della comunità.

E’ stato ricordato ai bambini che oltre alla produzione del miele le api svolgono un prezioso e insostituibile lavoro ecologico: quando vanno su un fiore, esse oltre a succhiare il nettare necessario per produrre il loro miele, si “sporcano” di polline che trasportano poi di fiore in fiore favorendo la fecondazione e quindi la formazione di frutti e fiori. Inoltre gli alunni hanno potuto osservare e conoscere da vicino il meraviglioso mondo delle api sbirciando da dietro un vetro, il loro appassionante e instancabile lavorio.

Grande è stata la loro curiosità e la meraviglia dei bambini. A conclusione della meravigliosa lezione, gli alunni si sono divertiti con un gioco motorio musicale dal titolo: Nel giardino c’è un’ape. Tra i tanti risultati di questa interessantissima esperienza condotta nelle mura della scuola, uno in particolare vorremmo menzionato: la mutata percezione dell’ape nella mente dei bambini, che non viene più considerata soltanto fastidiosa e potenzialmente pericolosa, ma un insetto indispensabile per la natura e prezioso per l’uomo. Un piccolo essere vivente al centro di un meraviglioso e ancora misterioso sistema di vita e di relazioni naturali.