La recita “alternativa” dei bambini della Morvillo, che interpretano se stessi e la loro vita scolastica

Applausi e ilarità nella “pièce” teatrale che ha dato avvio alle vacanze di fine d’anno. LE FOTO

MONREALE, 21 dicembre – Pièce teatrale quasi da metateatro quella messa in scena dai bambini della V A della scuola Morvillo. Preparati con grande abnegazione, ma anche gioia, dalle maestre Antonella Lo Presti, Ina Carrozza e Cetti Mammina, i giovani attori hanno recitato un copione scritto da Antonella Lo Presti.

I bambini hanno interpretato loro stessi in classe, alle prese con attività con cui impiegare il tempo libero durante le vacanze. Con ironia e autoironia, l’autrice ha messo in luce difetti e pregi di mamme e maestre con un inatteso deus ex machina, l’assessore Giuseppe Cangemi, interpretato da un bambino dalla chioma fulva per l’occasione, che alla fine sbroglierà la matassa. È emersa una realtà vivace e intelligente dei giovani attori, attenti lettori di “Monreale News”, determinante nell’orientare le scelte quotidiane delle loro famiglie.


“E’ la mia prima opera teatrale – ha detto la maestra Antonella, divertita dalla sua stessa autoironia. Devo ringraziare le mie colleghe, i genitori che hanno offerto spunto e i miei bambini dai cui pensieri e testi scritti ho tratto il materiale per la recita. Devo dire che, rispetto a quanto pensano e scrivono i bambini, ho dovuto molto limare. Nel complesso un lavoro ben riuscito grazie alle straordinarie capacità di questa classe”.
Sorpreso l’assessore Cangemi, presente alla recita, quasi incredulo di fronte al suo piccolo alter ego, alle prese con i problemi della città e le richieste più disparate da parte dei cittadini.
Non è mancato il canto a tema natalizio “All I want for Christmas is you” e, a conclusione, l’inclusivo ed emblema di ogni forma di accoglienza “Aggiungi un posto a tavola”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna