• Prima pagina
  • L'opinione
  • Se la gente saprà ancora solidarizzare con il prossimo: ci sarà un grande girotondo di sardine in questo mondo

Se la gente saprà ancora solidarizzare con il prossimo: ci sarà un grande girotondo di sardine in questo mondo

fumetto di Salvino Caputo

Odiavo i girotondi del tempo che fu! Nell’ultima vera festa dell’Unità presso il “Giardino Inglese” di Palermo, mi ritrovai a cena con Roberto Vecchioni, Daria Colombo per gustare gli ultimi sapori di una stagione politica complessa, a tratti sospesa tra pragmatismo di utopie al tramonto e anelito sincero di nuovo riformismo sociale, economico, strutturale a 360°.

Stimavo oltremodo Roberto Vecchioni, mio collega di latino e greco alle scuole medie superiori, ma senza peli sulla lingua ebbi l’occasione propizia di litigare con Daria Colombo, moglie bellissima di Vecchioni e responsabile dei “Girotondini Italiani”. Non condividerei mai movimenti che hanno origine per scongiurare disfatte di Barletta ineludibili in un contesto storico-politico dove il vero cambiamento è e sarà sempre solo la spontaneità dei cittadini, dei giovani, degli anziani, dei lavoratori, di fronte al “Disagio Sociale di una Civiltà alla frutta” e non sarà mai “La Regia di un Partito Politico”. La Colombo non s’incazzò, ma addolcì la pillola ponendo in essere le difficoltà storico-politiche del contesto in cui i girotondini si trovavano ad operare per il cambiamento radicale della politica italiana. Vecchioni se la rideva sotto la sua linea d’autore e m’invitò ad alzare i calici dell’amicizia e della nuova stagione; mi disse teneramente: “Salvino, ci vedremo a Firenze e fonderemo i DS”. Nel 2007 D’Alema e Sposetti liquidarono i DS e nacque il Partito Democratico, cui non ho mai aderito né intendo aderire in futuro, malgrado la mia tenera stima verso Pierluigi Bersani.

L’Europa che ci aspetta salderà i conti alla sua storia, alla “Brexit ed ai Sovranismi” e mi auguro che vorrà considerare la nostra Italia, la terza potenza degli Stati Uniti d’Europa. Alla mia veneranda età, 70 anni, dismetterò le mie impenitenti convinzioni di “Sarago Imperiale” e farò il girotondo con le “Sardine di tutto il Mondo” per un’alternativa radicale alle politiche mondiali sulla salvaguardia e salute del nostro Pianeta Terra, sui diritti di cittadinanza universale, sui capisaldi storici dei principi di uguaglianza, fraternità, libertà in senso assoluto e senza preconcetti legati al colore della pelle. Sono consapevole che sul tappeto della politica mondiale non ci sono rimedi per la drammatica salute del nostro pianeta, in ogni caso ho un’estrema fiducia verso le frontiere della nuova scienza e dei ricercatori impegnati in questa lotta contro il tempo mafioso. Se la soluzione finale sarà approdare lungo le nuove rotte astrali e gli universi paralleli, io ci sto e bacerò con tenerezza il mio suolo natio.
Copyright © By Salvino Caputo

 

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH