Tango a Istanbul

tango a istanbul

Di Esmahan Aykol

Nil, amica della collega di Kati Hirschel, ha avuto un arresto cardiaco ed è all’ospedale a lottare fra la vita e la morte. Ma è una giornalista disoccupata! Come può condurre una vita così agiata che le consente di abitare nel quartiere più lussuoso di Istanbul, tenendo in casa perfino un quadro autentico di Julian Opie, oltre a un arredo da design?Kati Hirschel è una tedesca stambuliota che ha una libreria nel centro di Istanbul dedicata esclusivamente ai libri gialli e ha il pallino delle indagini. Perciò non fa la schizzinosa quando la veggente dove è andata insieme col suo amico Fofo vede nella sua vita un cadavere di donna.

Scatta al contrario in lei la curiosità. Ma non c’è apparentemente alcun delitto, perché la “vittima” ha avuto un arresto cardiaco e non è ancora morta, ma la scoperta del tenore di vita di Nil convince anche Hakan, il fratello, ad affidare ufficialmente le indagini a Kati che, comunque, le ha già avviate, senza alcun incarico.

Si scopre così che Nil stava scrivendo un libro sui curdi greci, in contrasto col potere turco. Si tratta di persone che hanno subito lo stesso destino dei desaparecidos argentini e indagare su di essi è scomodo e contrasta con gli interessi della classe dominante turca.

Nil frequenta con un amico una scuola di tango argentino e sul suo stesso pianerottolo abita un vicino di casa niente male su cui si puntano gli occhi di Kati. La vicenda si tinge solo leggermente di rosa, perché non c’è tempo. Lo stile di vita di Kati assomiglia a Istanbul: è caotico, complesso, tumultuoso, trascinante ed estremamente variegato.

Così siamo sbalzati per le vie e i vicoli, per i bar, per i taxi, per le taverne, per i the alla menta, di tutta Istanbul alla ricerca di indizi, abitudini -alimentari e non- della vittima, frequentazioni e ci imbattiamo in un the della Nuova Zelanda che sarà la chiave di volta della vicenda.

Come al solito, il giallo conta relativamente poco. Ma ci incanta l’amore di chi narra per “la città più bella del mondo”. Ci sentiamo stambulioti anche noi e non vogliamo più uscire da un labirinto incantato e troppo vivo e pieno di sorprese per stancarci. Si legge d’un fiato.

Rosa La Rosa

Tango a Istanbul
di Esmahan Aykol

Editore: Sellerio

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna