Occupata la chiesa della Collegiata

I parrocchiani protestano contro la decisione dell'arcivescovo di rimuovere don Mario Campisi

MONREALE, 22 novembre – È stata occupata stasera, in segno di protesta, la chiesa della Collegiata, dove ha sede il simulacro del SS.Crocifisso. A compiere l’azione sono stati i parrocchiani, che manifestano contro la decisione dell’arcivescovo, Salvatore Di Cristina, di rimuovere il parroco don Mario Campisi. Un centinaio di fedeli, appartenenti, per lo più, alla Confraternita del SS.Crocifisso, staziona in chiesa.

La confraternita, sull’argomento ha rilasciato un comunicato ufficiale: «La Collegiata di Monreale da questo momento rimarrà occupata a tempo indeterminato in quanto il Vescovo Monsignor Salvatore Di Cristina ha deciso, contro la volontà del popolo della comunità della Collegiata, di rimuovere Don Mario Campisi fino ad ora parroco della predetta chiesa, nonostante nel pomeriggio ci sia stato un incontro faccia a faccia tra la Confraternita del SS. Crocifisso e il Vescovo». Non è stato possibile, al momento, ottenere una replica da parte della Curia.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna