Beccato con 40 chili di hashish alle porte di Palermo: arrestato un operaio

Il valore della partita era superiore a duecentomila euro

MONREALE, 9 marzo – La Polizia di Stato ha assestato ancora un importante colpo allo spaccio di droga nel capoluogo siciliano, intercettando un carico di oltre 40 chilogrammi di hashish del valore - se venduto al dettaglio - di oltre duecentomila euro, trasportato a bordo di una vettura privata da un insospettabile operaio, bloccato da una pattuglia della Squadra Mobile poco prima che varcasse le soglie del capoluogo.

E’ finito così in arresto per trasporto e detenzione della grossa partita di droga Giunta Francesco Paolo, 40enne della zona di viale Michelangelo.
Nei pressi dello svincolo autostradale di Villabate, nelle prime ore di ieri, i “Falchi” della sezione “Contrasto al Crimine Diffuso”, impegnati in servizio di controllo del territorio, hanno notato l'irregolare e nervosa guida del conducente di una monovolume. Dall'Alt e dall'ordinario controllo dei documenti gli agenti sono dunque passati alla perquisizione del mezzo, data la tensione e l'atteggiamento sospetto dell'individuo. 

L’intuizione e i sospetti dei poliziotti si sono in breve rivelati esatti: stipati all’interno di due trolley riposti nel portabagagli dell’auto, erano infatti occultati ben 430 panetti di hashish del peso di 100 grammi ciascuno. E' dunque immediatamente scattato il sequestro della droga e l’arresto del malvivente. Sono in corso ulteriori indagini della Squadra Mobile al fine di tracciare le rotte seguite dallo stupefacente, come fosse giunto nelle mani di Giunta e a quale piazza di spaccio fosse destinato.

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH