Palermo, il fiuto infallibile del cane “Lego” trova la droga: in manette 43enne dell’Uditore

Anche una coppia accusata di detenzione ai fini di spaccio

PALERMO, 21 febbraio - I carabinieri della Stazione di Palermo-Uditore hanno passato al setaccio il territorio di competenza, con un solo obiettivo: il contrasto allo spaccio di stupefacenti. E l’attività, condotta con l’ausilio del personale dei cinofili, ha dato i suoi frutti.

Nell’abitazione di C.F., 43 enne, i militari avevano rinvenuto ben 43 stecchette di hashish. Ma qualcosa infastidiva l’infallibile fiuto del cane “Lego”, che si fermava ad abbaiare nei pressi della cucina. Ed il cane aveva ragione: in un’intercapedine, ben occultata, sono stati rinvenuti cinque panetti della stessa sostanza, per un totale di 570 grammi di droga. L’uomo è stato arrestato per detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Al termine dell’udienza di convalida, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.
Dopo un altro controllo domiciliare, a finire nei guai due coniugi trovati in possesso di 5 grammi di cocaina. I due sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria. Anche per loro, l’accusa è detenzione ai fini di spaccio.

 

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH