Si sgretola la segreteria cittadina del Pd: quattro componenti si dimettono

Si tratta di Macchiarella, Zanetti, Sciortino e Birchler

MONREALE, 10 agosto - Sembra sbriciolarsi come un castello di sabbia la segreteria cittadina del Partito Democratico. Dopo la riunione di ieri pomeriggio, a quanto pare piuttosto animata, arrivano le dimissioni di quattro componenti su nove: si tratta di Francesco Macchiarella, Fabio Zanetti, Rosario Sciortino e Maximiliano Birchler, che oggi hanno fatto pervenire la lettera con cui annunciano la loro decisione al segretario Manuela Quadrante. Le dimissioni, tra l’altro, fanno seguito a quelle rassegnate poco più di un mese fa da Vittorio Di Salvo.

Alla base ci sarebbero le ultime scelte condotte dalla segreteria, con ogni probabilità relative alle strategie da individuare in vista delle prossime elezioni amministrative, in programma nella primavera del 2019, con particolare riguardo alla scelta del candidato da esprimere, proprio nella corsa a sindaco di Monreale.

Non è un mistero, infatti, che il segretario locale dei Dem abbia già da tempo seguito la strada che porta al nome di Alberto Arcidiacono, che però, ora, come svelano i “rumours” degli ultimi giorni, avrebbe optato per il centrodestra, spiazzando, di fatto, chi dell’appartenenza al centro sinistra aveva fatto una bandiera.

“Preso atto che non esiste alcuna possibilità di convergenza reciproca - scrive Macchiarella in una lettera lunga ed articolata indirizzata alla Quadrante - vista la posizione assunta dal segretario, convinta nel difendere il Suo operato, non intendendo, né subire scelte di campo a qualunque livello non condivise né partecipate, né rendermi complice di una conduzione a mio avviso non foriera di buoni risultati, ho rassegnato con decorrenza immediata le mie dimissioni da componente la segreteria. Quale iscritto al PD - conclude - mi auguro di sbagliarmi e che il cammino del partito a Monreale sia costellato di successi, ma la strada attraverso la quale si proverebbe a conseguirli quei successi non è la mia”.

A questa presa di distanze ha fatto a stretto giro di posta quella di Zanetti, Sciortino e Birchler. “Condividiamo e sottoscriviamo i contenuti della lettera e le successive dimissioni dell’avvocato Francesco Macchiarella dalla segreteria cittadina del Pd - scrivono i tre - Nell’esprimergli stima e solidarietà, manifestiamo il nostro rammarico per la riunione di ieri sera che purtroppo è stata ancora una volta infruttuosa. Infatti, piuttosto che recuperare il tempo perduto e mettere il Pd nella condizione di uscire dal vicolo cieco in cui è stato cacciato, abbiamo assistito ad un’altra occasione perduta. Evidentemente, così non va e non può andare. Siamo convinti che occorra cambiare linea e tornare allo spirito originario del Pd, con buona pace di chi ha il vizio di non volere percorrere una strada politica comune e condivisa. Per tali ragioni, anche noi riteniamo conclusa la nostra esperienza nella segreteria a guida Quadrante e rassegniamo irrevocabilmente le nostre dimissioni, convinti, come siamo, di dover creare le condizioni per un nuovo corso in vista delle prossime amministrative”.

Monreale News resta a disposizione del segretario cittadino del Pd, Manuela Quadrante per ospitare una sua eventuale replica.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna