Questione Amat verso la soluzione

Il Comune pagherà all'azienda 35 mila euro mensili

MONREALE, 5 aprile - Sembra avviarsi a soluzione la questione relativa alle corse Amat verso Monreale. Oggi la giunta comunale, presieduta dal sindaco Filippo Di Matteo, riunita in seduta straordinaria, ha stilato il suo piano di rientro.

Il piano è necessario per saldare la situazione debitoria che il Comune ha nei confronti dell'azienda di via Roccazzo. Circa 500 mila euro, l'ammontare della somma che Monreale deve all'Amat, debito che ha convinto i presidente del cda dell'azienda, Mario Bellavista a decidere per il blocco delle corse verso la cittadina normanna, che ha creato gravi disagi ai numerosi pendolari monrealesi. L'amministrazione adesso redigerà un nuovo schema di convenzione, poiché quella vecchia è scaduta e quando l'Amat lo approverà, la palla passerà al Consiglio comunale, per la definitiva approvazione.

Sul piano economico, invece, la proposta del Comune prevede il pagamento mensile di 35 mila euro, quindici dei quali per saldare il pregresso, mentre venti copriranno le spese mensili attuali.

«Ringrazio il prefetto di Palermo Caruso – ha dichiarato Di Matteo - poiché grazie al suo intervento siamo riusciti a risolvere questo grave disservizio che stava arrecando disagi ai cittadini». «Riuscire a risolvere questa questione - ha aggiunto Caputo, che lunedì aveva preso parte al vertice i Prefettura - non è stato semplice. Tuttavia siamo soddisfatti e ringrazio tutti coloro che si sono attivati: dalla Prefettura ai vertici dell'azienda, perchè questo servizio era importante per garantire i collegamenti da e per Palermo, sia per i pendolari che per i numerosi turisti che scelgono questo servizio pubblico per venire a visitare i nostri monumenti».

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna