Emergenza sanitaria, Arcidiacono chiude le scuole fino a sabato

Da lunedì 17 in poi dipenderà tutto dal “colore” della Sicilia

MONREALE, 12 gennaio – Scuole chiuse a Monreale, così come in quasi tutti i comuni dell’Isola. Perlomeno fino a sabato. Dopo di che, da lunedì prossimo, è probabile che gli scenari saranno diversi, perché purtroppo la Sicilia potrebbe diventare “arancione”.

Sono questi gli intendimenti venuti fuori al termine delle lunga riunione “online” promossa da Anci Sicilia fra i sindaci della regione. In questo consesso, il primo cittadino di Monreale, Alberto Arcidiacono ha comunicato l’emissione di un’ordinanza con la quale, per il verificarsi dell’emergenza sanitaria, ha disposto la chiusura delle scuole del territorio.
Perché questi giorni non diventino il prolungamento delle vacanze natalizie, già protrattesi fino ad oggi, pertanto, è necessario che i singoli dirigenti scolastici organizzino le loro lezioni attraverso la Dad.

“Credo nella necessità di riprendere ogni attimo di vita – ha fatto sapere Arcidiacono sul proprio profilo facebook – e di farlo nel più breve tempo possibile. Considero doveroso un rientro a scuola. ma ritengo che lo stesso debba essere accompagnato da un atteggiamento di grande prudenza. Ho deciso di sospendere le attività in presenza fino a sabato, consapevole che ogni decisione è sempre figlia di un’unica certezza, l’amore per la comunità monrealese”.

Da lunedì 17 gennaio in poi, quindi, come già detto, la realtà potrebbe essere ancora diversa, con la Sicilia che venerdì 14 potrebbe essere dichiarata “arancione”. Tale eventualità, quindi, potrebbe far scattare automaticamente il ricorso alla didattica a distanza, così come prevedono le norme statali.
Per il rientro in presenza a tutti gli effetti, quindi, se confermato il passaggio in “arancione” dell'Isola, sembra che bisognerà aspettare ancora un po’.

 

Ottica Nuova Visione
Di Fulco - Macelleria
Studio Valerio