La Regione “premia” i comuni che stabilizzano, anche Monreale beneficia del contributo

Giacopelli (Cisl FP): “Rimangono però da stabilizzare i sette lavoratori Asu”

MONREALE, 8 aprile – L’assessorato regionale per le Autonomie Locali ha decretato nei giorni scorsi l’assegnazione dei contributi straordinari “una tantum” stanziati in base alla legge 24 del 2018 a beneficio delle amministrazioni comunali che hanno concluso i processi di stabilizzazione del personale precario nel periodo compreso fra il 1° gennaio 2010 e il 31 dicembre 2016; nel complesso, l’importo da erogare ammonta a tre milioni di euro.

“Anche il Comune di Monreale, per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2015 e nel 2016 - rende noto Nicola Giacopelli, segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica - è stato inserito fra gli enti assegnatari di questi contributi, per un ammontare di quasi 50.000 euro. Attraverso questa iniziativa, opportunamente la Regione siciliana ha voluto riconoscere e valorizzare i meriti di quelle amministrazioni che si sono fattivamente impegnate nel superamento del precariato, liberando definitivamente dall’incertezza tanti lavoratori che per troppi anni hanno vissuto la tormentata e sfiancante esperienza della precarietà”.


Con le procedure concluse il mese scorso, tutti i dipendenti a tempo determinato in servizio al Comune sono stati oramai assunti in ruolo; rimangono tuttavia ancora da stabilizzare i sette lavoratori impegnati nello svolgimento di “attività socialmente utili” (Asu), per i quali, secondo Giacopelli, “occorre entro quest’anno attuare la definitiva fuoriuscita dal precariato, utilizzando al meglio le possibilità normative e finanziarie che risultano oggi disponibili”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna