San Giuseppe Jato, chiuso per dieci giorni il bar ‘U zu Cicciu Terzo’

Il provvedimento è stato adottato dalla Questura. Il motivo: “E’ frequentato da pregiudicati”

SAN GIUSEPPE JATO, 7 ottobre – Sospesa per dieci giorni la licenza al bar “U zù Cicciu Terzo”. Il provvedimento del questore è stato eseguito venerdì mattina al termine di un’attività ispettiva condotta dai carabinieri della locale stazione.

Lo storico bar Terzo, che sorge a piazza Falcone e Borsellino, sarebbe diventato abituale ritrovo per soggetti pregiudicati e persone già sottoposte a provvedimenti restrittivi della libertà personale per reati di varia natura e reati contro il patrimonio. Di qui il provvedimento di chiusura temporanea “indipendentemente – si legge nel provvedimento - da colpa del gestore”. “Non possiamo buttare fuori i nostri clienti, che– spiega Francesco, uno dei titolari –, quando riapriremo, torneranno”. L’articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza prevede però che, qualora si ripetano i fatti che hanno determinata la sospensione, la licenza possa essere revocata. Aperto nel 1965, il bar è una delle più antiche caffetterie di San Giuseppe Jato e sorge nel cuore della movida jatina.

(fonte e foto: vallejatonews.it)

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna