Traffico Pioppo, proteste da Strazzasiti: "Non vogliamo i mezzi pesanti"

Si apre il dibattito sulla difficile questione del piano viario della frazione

MONREALE, 12 febbraio – Ha sollevato molte polemiche la proposta del consigliere comunale, Pippo Lo Coco di deviare i mezzi pesanti dalla strada di Caculla.

L’idea, peraltro, già presa in considerazione in passato, durante l’amminstrazione Gullo, nasce dall’esigenza di trovare delle soluzioni idonee a decongestionare il traffico di Pioppo e prevede di dirottare i mezzi pesanti dal bivio di Spartiviolo, obbligandoli a percorrere la strada di Caculla, che arriva fino al bivio Fiore, a Giacalone.

Almeno in un solo senso di marcia, in modo da evitare l’incrocio, su direzioni opposte, di due mezzi, che ha la conseguenza di paralizzare il traffico all’interno del centro abitato della frazione.

La replica non si è fatta aspettare ed ha riempito le pagine di Facebook. «In questo modo – spiega Alessandro Maenza della Delegazione Strazzasiti - avremmo pericoli ed incidenti nel tratto Spartiviolo, ingresso Strazzasiti- Fiumelato. Ci opporremo a questa proposta. Prima sarebbe necessario mettere specchi e dissuasori agli incroci e sistemare lo stop della chiesetta di Fiumelato, poi eventualmente questa proposta potrà essere presa in considerazione. Non credo che sia giusto togliere un disagio a qualcuno per darlo ad altri». La questione, comunque, è destinata a far discutere perché, qualunque sia la strada intrapresa, ci saranno soddisfatti ed insoddisfatti.

L’augurio è che possa essere presa una decisione in tempi brevi, per risolvere un problema, quello del traffico di Pioppo, ormai diventato di proporzioni enormi.