Altofonte: emergenza coronavirus, posticipati i pagamenti delle bollette del servizio idrico e della Tari

(foto Massimo Merulla)

Posticipato di un mese anche il termine di presentazione delle domande per l’assegnazione di 30 sepolture

ALTOFONTE, 20 marzo – La giunta comunale di Altofonte che si è riunita oggi, considerato il contesto di emergenza determinato dalla diffusione del covid19 - dopo che il sindaco Angelina De Luca ha raccolto i pareri favorevoli dei capigruppo di maggioranza e opposizione e del presidente del Consiglio Comunale,– ha adottato misure urgenti per sostenere le famiglie.

Con delibere immediatamente esecutive, gli amministratori hanno deciso di posticipare dal 30 aprile al 31 luglio dell’anno in corso il pagamento della bolletta del servizio idrico, e di spostare il pagamento della prima delle 4 rate della Tari, previste nell’esercizio 2020, dal 16 aprile al 16 luglio; è stato anche deciso, nel corso della giunta, che le successive tre rate della Tari dovranno essere pagate entro il giorno 16 dei mesi di agosto, ottobre e dicembre.
Con avviso pubblico l’amministrazione informa anche, che a causa dell’emergenza coronavirus sono stati prorogati sino alle 12 del 24 aprile i termini per la presentazione delle richieste di assegnazione di 30 sepolture per le quali non erano state presentate formali richieste di regolarizzazione entro il 30 giugno 2019. Come comunicato nel precedente avviso possono presentare istanza per l’assegnazione coloro che sono nati nel Comune di Altofonte, o che vi risiedono da almeno 10 anni. Il bando inerente, ed il modello per presentare la domanda sono pubblicati nel sito ufficiale del comune.

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH