Altofonte, tre strade senza illuminazione, l’opposizione presenta un’interrogazione

Angelina De Luca scrive: Vogliamo la funzionalità dell’impianto , non le promesse”

ALTOFONTE, 8 giugno – Tre strade al buio i cui impianti di illuminazione necessitano di un intervento rapido e soprattutto efficace. Una segnalazione che arriva dal consigliere comunale Angelina De Luca che ha presentato un’interrogazione consiliare all’amministrazione comunale.

“Il sistema di videosorveglianza ad Altofonte sarà attuato”

L’assessore Castellese replica alle sollecitazioni dell’opposizione

ALTOFONTE, 3 giugno – L’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Castellese non ci sta: “Nessuno si vuol nascondere, nessuno vuole dimenticare la vicenda della videosorveglianza. Il progetto, se necessario, sarà ripresentato con la nuova programmazione Pon Sicurezza”.

Che fine ha fatto il progetto della videosorveglianza? In Consiglio un’interrogazione dell’opposizione

L’ha presentata il consigliere Angelina De Luca: “Aumentano i furti in abitazione”

ALTOFONTE, 31 maggio – Una videosorveglianza attesa, ma ancora assente nella cittadina del Parco, dove il “Progetto sicurezza”, finanziato dal ministero degli Interni non riesce a diventare realtà. Della questione si occupa il consigliere comunale Angelina De Luca, che si rivolge all’amministrazione comunale, con un’interrogazione, chiedendo delucidazioni in merito ad una vicenda che, purtroppo, ancora non vede la luce, col risultato di ingenerare sempre maggiore insicurezza nella popolazione a causa dei furti nelle abitazioni e di auto che si registrano nel territorio.

“Questo clima di incertezza avvia i comuni verso il dissesto”

Anche il sindaco di Altofonte si unisce all’appello dei comuni al ministro dell’Interno

ALTOFONTE, 27 maggio – “Anche se siamo tra i comuni più virtuosi, non possiamo redigere il bilancio di previsione 2016 per questo clima di incertezza determinato dalla riduzione dei trasferimenti dello Stato”. Anche il sindaco di Altofonte, Nino Di Matteo si unisce al coro, anzi all’appello accorato che gli altri 159 colleghi hanno rivolto al ministro dell’Interno Angelino Alfano, nel corso dell’incontro avvenuto ieri sera a palazzo Torremuzza.