Incendio ad Altofonte, domani sopralluogo della Protezione Civile regionale

Il rogo ha mandato in cenere circa 900 ettari di macchia mediterranea

ALTOFONTE, 7 settembre – Si svolgerà domani ad Altofonte la riunione tecnica convocata dal capo della Protezione civile regionale Salvo Cocina, per stabilire gli interventi urgenti e necessari alla messa in sicurezza e al ripristino delle aree boschive andate distrutte nel corso del vasto incendio sviluppatosi tra il 29 e il 31 agosto scorsi.

Solidarietà della Lega per l’incendio che ha devastato il territorio di Altofonte

E’ stata espressa per mezzo dell’eurodeputata Francesca Donato e del responsabile dei dipartimenti Igor Gelarda

ALTOFONTE, 7 settembre – L'eurodeputata Francesca Donato ed il responsabile dei dipartimenti Igor Gelarda, nei giorni scorsi ad Altofonte, hanno espresso al sindaco Angelina De Luca la solidarietà della Lega per la distruzione dei boschi e per gli altri danni causati dall’incendio del 29 agosto nel territorio comunale.

Altofonte, ai non autorizzati vietato accedere nei luoghi devastati dall’incendio

Il divieto è stato ordinato dal sindaco per tutelare la privata e pubblica incolumità

ALTOFONTE, 6 settembre – Visto lo stato dei luoghi devastati dall’incendio della scorsa settimana nel territorio di Altofonte, il sindaco Angelina De Luca ha ordinato l’immediato divieto assoluto a tutti i privati cittadini, non autorizzati, di accedere nelle aree colpite dall’incendio.

Altofonte, primo distacco di massi dalla Moardella devastata dall’incendio

In parte sono arrivati nella sede stradale di via Valle Malva

ALTOFONTE, 2 settembre – Si sperava che non accadesse, anche se la ragione lo dava per scontato. Già nella prima serata di ieri un grosso masso si è distaccato da una roccia della Moardella, una delle aree boschive devastata dall’incendio dei giorni scorsi, e frantumandosi, in piccola parte è arrivato sulla sede stradale di via Valle Malva.

Incendio ad Altofonte, si va verso lo stato di calamità

La decisione nella tarda serata di ieri dopo la riunione della giunta del governo regionale

PALERMO, 1 settembre – Il governo Musumeci è orientato a proclamare lo stato di calamità e a chiedere a Roma la dichiarazione dello stato di emergenza per gli incendi che hanno distrutto centinaia di ettari di vegetazione nell'ultimo fine settimana.

Altofonte è stata devastata nell’anima

Parla il vicesindaco Francesca Ciaccio: “È stato un attacco alla nostra storia”

ALTOFONTE, 31 agosto – Per Altofonte si tratta di un vero e proprio day after. Il giorno dopo l’incendio che, oltre ad aver distrutto il bosco della Moharda, si ritrova con profonde ferite sul territorio, un attacco alla storia della cittadina alle porte di Palermo.

Altofonte, lunedì scadono i termini per presentare le istanze per il servizio civico

Possono presentarle i residenti nel Comune da almeno un anno, di età compresa tra i 18 e i 65 anni

ALTOFONTE, 27 agosto – Il comune di Altofonte ha indetto, attraverso un avviso pubblico, l’apertura dei termini di presentazione delle istanze per l’attivazione del servizio civico per l’anno 2020, rivolto a tutti i cittadini disoccupati, in stato di indigenza ma idonei allo svolgimento di attività lavorativa.

Musumeci in visita ad Altofonte: ''Dobbiamo individuare i responsabili''

“Lavoreremo per eliminare alcuni disguidi verificatisi nelle scorse ore”

ALTOFONTE, 31 agosto – Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, accompagnato dall’assessore regionale all'Ambiente Toto Cordaro, ha effettuato un sopralluogo sulle montagne di Altofonte, in provincia di Palermo, teatro sabato scorso di un vasto rogo che ha mandato in fumo oltre 900 ettari di vegetazione.

Altofonte, tregua nel centro abitato, ma il rogo galoppa verso Piana degli Albanesi

Gli sfollati sono stati accolti nel campo "don Pino Puglisi". Vietato ancora il rientro nelle abitazioni

ALTOFONTE, 30 agosto – Soltanto a tarda notte, quando si avvicinavano le prime luci dell’alba, il fuoco, che si è sviluppato nel circondario di Altofonte è stato domato dopo che ha raggiunto l’area dell’obelisco. Soltanto a quel punto, almeno per quel che riguarda il centro abitato, si potevaparlare di pericolo scampato.