Altofonte: salvaguardia della coltivazione degli ulivi, terminato il ciclo di incontri

(foto Massimo Merulla)

La progettualità è stata seguita dal Presidente del Consorzio Oleario Daidone e dal consigliere De Luca

ALTOFONTE, 23 dicembre – È terminato il progetto di salvaguardia degli ulivi del Parco, intrapreso nel giugno 2019, avente come scopo la lotta contro i parassiti della pianta, che negli anni passati hanno messo a repentaglio la salute e il numero delle olive. Il protocollo d’intesa, firmato il 5 giugno, era stato siglato dal sindaco Angelina De Luca insieme ai funzionari del dipartimento regionale all’agricoltura rappresentato da Giuseppe Bacchi, Giuseppe Affrunti, Giuseppe Pasciuta, Vito Restivo, Fabio Guaitoli, Maria Gabriella Matranga e Calogero Ferrantello.

Gli incontri hanno avuto subito un grande seguito, anche grazie alla capacità del dottor Giuseppe Bacchi di coinvolgere attivamente gli olivicoltori sulle criticità e le soluzioni attuabili per agire preventivamente sulle potenziali infestazioni di Tignola e Mosca dell’Olivo. Punto focale di tale progetto è stato il monitoraggio assiduo e capillare effettuato dagli agricoltori, individuati come “aziende pilota”, con supporto tecnico continuo effettuato da Vincenzo Caracappa. Mediante il coordinamento operativo del Presidente del Consorzio Olearia, Giuseppe Daidone, e la gestione tecnico-comunicativa del consigliere comunale, Pietro De Luca, delegato dal Sindaco per seguire tale progettualità, è stato possibile inanellare una serie di dati ed informazioni salienti che i funzionari del dipartimento hanno tradotto in azioni e precauzioni da intraprendere. 


Le analisi chimiche ed organolettiche, effettuate a cadenza settimanale su campioni di olive e di olio, venivano poi divulgate tramite dei bollettini fitopatologici pubblicati in formato digitale e cartaceo.
Tali analisi erano utili per monitorare lo stato di infestazione, il ciclo di vita del parassita, individuare le zone maggiormente colpite ed indagare sulle possibili cause o, in casi di necessità, consigliare di utilizzare misure fitosanitarie preventive.
L’incontro conclusivo della scorsa settimana, che si è tenuto presso l’aula consiliare del comune di Altofonte, è stato utile per condividere insieme al gruppo operativo di agricoltori, che pedissequamente hanno adottato le misure, le azioni e i consigli di Bacchi e Caracappa, i risultati eccellenti riportati dai funzionari regionali, i quali sono rimasti favorevolmente colpiti dalla stringente collaborazione con gli agricoltori e gli amministratori comunali.

Il consigliere Pietro De Luca ha commentato : “Ho seguito fin dal primo giorno questa progettualità ed ho visto da subito la potenzialità che essa poteva rappresentare per la comunità. Sono stato io stesso uno degli “agricoltori pilota” ed ho partecipato attivamente al monitoraggio della Tignola. Un grande ringraziamento va, ovviamente, ai miei concittadini che si sono prestati in maniera propositiva per il corretto svolgimento del controllo del livello di infestazione ma i nostri sforzi sarebbero stati vani se non fossimo stati supportati dal dottor Bacchi e dal signor Vincenzo Caracappa, i quali sono stati per noi punti di riferimento encomiabili e che ci hanno seguito ed aiutato per qualunque problematica; a loro, va il mio più sentito ringraziamento per il servizio reso alla cittadinanza altofontina e spero che questo sia il punto d’inizio di una collaborazione sempre più sinergica”.

 

 

FORM_HEADER

FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH