Giuseppe Romanotto - Orizzontale 2019

Il Pantelleria ci crede di più: il Monreale torna a casa sconfitto

7-6 con gli isolani al termine di una partita comunque esaltante.

PANTELLERIA, 23 marzo – Forse il Pantelleria ci ha messo più cuore, forse ha avuto un pizzico di fortuna in più. Forse qualcosa è andata storta. Troppi forse per un Monreale che è uscito sconfitto dalla trasferta isolana, dopo aver condotto per gran parte dell’incontro.

7-6 il punteggio per i panteschi che hanno avuto il merito di restare aggrappati al match quando la situazione sembrava favorevole al Monreale e che non hanno sprecato l’occasione quando si è presentata la possibilità. Una vecchia legge del calcio dice: se tu sprechi, io ne approfitto e ti castigo. Proprio quello che si è verificato a Pantelleria, dove il Monreale in diverse circostanze ha avuto la possibilità di chiudere il match, ma non ha capitalizzato le occasioni che si era abilmente procurato, tenendo in vita la squadra avversaria, brava poi a replicare e a segnare.
Tanto rammarico, quindi, in casa biancazzurra, dopo una sconfitta che rende più difficile la corsa per il secondo posto, soprattutto se si pensa che la vittoria sull’isola pantesca era ampiamente alla portata dei ragazzi di mister Buccheri.
Considerazione a margine: a Pantelleria è stata una gran bella festa di sport, fra due squadre che hanno onorato il match ed il campionato, con una splendida cornice di pubblico. Centinaia di persone hanno affollato il campo di “Khamma” sostenendo la formazione giallonera dal primo all’ultimo minuto.
Era stata proprio la formazione di casa a portarsi sul 2-0 con una partenza sprint, che sfruttava gli errori difensivi del Monreale. In gol Rizzo e Gauli al 3’ ed al 5’. Il Monreale, però, era bravo a replicare e pareggiava grazie alle reti di Pitarresi e Marchese. Al 26’ gli isolani tornavano in vantaggio con Rizzo, poi con una serpentina degna di Alberto Tomba, Gianmario Fuschi siglava il gol del 3-3, prima del sorpasso firmato da Palazzotto. Era il 4-3 con cui si concludeva il primo tempo.
Nella ripresa continuava l’altalena di emozioni: Gauli segnava il 4-4, poi “Ibra” Catalano portava avanti il Monreale. Il Pantelleria, però, non aveva alcuna intenzione di mollare e al 10 perveniva al pareggio con Catravello. Parisi, portava ancora su il Monreale, mettendo in rete al termine di una azione ben congegnata, poi arrivava Petrillo a castigare il Monreale: due gol per lui 22’ e 32’ che significavano sconfitta. La partita finiva tra gli applausi del pubblico, all’indirizzo di entrambe le squadre, che hanno dato vita ad un incontro avvincente, in cui il risultato alla fine ha sorriso alla formazione pantesca.
Sabato al Giotti è atteso il Cus Palermo, in un match ha il sapore di un gustoso preludio dei playoff. Occorrerà il miglior Monreale e soprattutto occorrerà sprecare meno.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna